1 – Diario dalla Terra Santa. La partenza

foto

di Costanza Miriano

–  Oh, visto che devi partire per Israele in qualità di blogger, forse è il caso che ti spieghi come si fa a pubblicare un articolo.

–  Devi proprio?

–  Dai, forza, mica puoi partire senza saperlo fare. Lo so che è mezzanotte, ma io sono tre anni che cerco di spiegartelo. Forza. Apri il blog.

–  Va bene. Vuvvuvvusposatiesii…

–  No! Non ci posso credere!!! Non sai neanche come si chiama il tuo blog!!!!!!

–  Magari fosse solo quello che non so. Non so connettermi, non so usare skype, non so fare foto.

(E stavo partendo anche senza computer, se è per questo, ma dotata di novena, breviario e molti punti luce per gli zigomi). Continua a leggere “1 – Diario dalla Terra Santa. La partenza”

Dizionario del politicamente corretto

politically-incorrect-sign

da un commento di Franz
A = antidiscriminatorio (per definizione, ogni battaglia ideologica delle lobbies NWO); accoglienza (obbligo per gli altri)

B = basito (stato d’animo del progressista quando un ignorante osa proferire parola in sua presenza)

C = consapevole (in unione con il sostantivo “scelta”, alternativamente a “coraggiosa”)

D = Dialogo (sempre con la maiuscola), diritti (pl.), discriminazione (evitare la -), diversità (promuovere la -) Continua a leggere “Dizionario del politicamente corretto”

Duri e puri?

Sul post Mia madre Chiesa risolverà tutto, si è sviluppata una discussione molto animata e interessante. Vale la pena allora riproporre come post questo commento del nostro Andreas.

Nuvole-nere_h_partb

da un commento di Andreas Hofer

Credo di comprendere lo stato d’animo di sweety anche se vorrei approcciare la questione da una diversa angolazione. Perché questa è una tentazione che mi tocca da vicino, molto vicino. Sempre viva, questa che chiamerei la “tentazione della verità”, alla quale spesso e volentieri ho ceduto e cedo ancora. Quindi via ogni riferimento a terzi o velleità da “primo della classe dei virtuosi”. Ciò che scrivo si riferisce prima di tutto a me stesso, anche se ritengo che altri possano riconoscersi in questo mio percorso di vita e forse trarne qualche spunto utile a non ripercorrere i miei stessi errori. Continua a leggere “Duri e puri?”

Tre corner un rigore

download

di Paolo Pugni

Tre corner un rigore. Questa era la regola quando giocavi a palla nei vicoli stretti di un borgo di lago. Tre indicazioni una predica. Di Papa Francesco che così si fa ricordare e ti aiuta a crescere.  Tre indizi fanno una prova: non è probabilmente una tesi accettabile in un tribunale, ma nei romanzi gialli sì. Continua a leggere “Tre corner un rigore”

Le nozze del blog

img_1837 (1)

Con gioia annunciamo che Andreas e Romana, che si sono incontrati grazie al nostro blog, oggi a Roma si sono sposati. Uno dall’estremo nord, una dall’estremo sud, si sono dati appuntamento a metà strada, nel cuore della cristianità, per celebrare la loro unione all’ombra della sede del vicario di Cristo, con la cui grazia vivranno la gioia di diventare insieme figli di Dio, generandosi a vicenda nella fede. Continua a leggere “Le nozze del blog”

Perché ti vuoi sposare?

postato da Stefano Manfrin

Fatto realmente accaduto: missione in Brasile, il sacerdote si appresta a celebrare il matrimonio di due giovani fidanzati. Chiede a lui: “Perché ti vuoi sposare?” “Per essere felice”, risponde il fidanzato. “E tu, perché ti vuoi sposare?” “Anch’io per essere felice!” risponde la ragazza. “Bene, possiamo andarcene tutti a casa, non vale la pena celebrare questo matrimonio” sentenzia il prete. Continua a leggere “Perché ti vuoi sposare?”

Vacanza

Per tre settimane ci prendiamo una vacanza.

Verranno pubblicati  e ri-pubblicati alcuni post ma saranno chiusi i commenti perché non abbiamo la possibilità di gestire il blog. Saremo di nuovo qui alla fine di agosto (oggi si può ancora commentare).

Nel salutarvi vi segnaliamo questa recente recensione de Il blog letterario.

L’Amore più grande

da un commento di Roberto Brega

Nel momento in cui Dio scelse questa creazione e non un’altra per manifestare la Sua Divina Sapienza, la Divina Sofìa come la chiamano gli ortodossi, sapeva già tutto quel che sarebbe accaduto. Tutti i peccati, tutto il male che le Sue creature avrebbero commesso – tutto è sempre stato sotto i Suoi occhi. E se una porzione insignificante di tale visione è intollerabile per me come per qualsiasi essere umano minimamente sano, quanto più tale visione deve offendere Lui? Continua a leggere “L’Amore più grande”

Un milione

Abbiamo  raggiunto 1.000.000 di contatti!

Tutto iniziò il 1 marzo 2011

Siccome millanto sottomissione, e siccome dovrei andare a correre sul tapis roulant ma sono indecisa se sarebbe meglio, piuttosto, ricevere un calcio sui denti o grattare con le unghie l’intonaco di un muro (è quasi mezzanotte), ho deciso di obbedire a mio marito che mi suggerisce di inaugurare quanto prima il blog di Sposati e sii sottomessa, nel caso che a qualcuno venga voglia di curiosare e di vedere chi è questa squinternata che invita le donne a sposarsi e a obbedire ai loro consorti.

Dunque, le cose stanno così. Continua a leggere “Un milione”

Sull’amicizia

di Fabio Bartoli

Freud diceva che essere amici significa avere un nemico comune e che due donne non sono mai amiche, possono essere complici o rivali, ma amiche mai. Da questi due indizi deduco che la sua idea di amicizia si riduceva al cameratismo. In effetti è probabile che due donne non conosceranno mai la nerboruta e virile (e un po’ puzzolente) intimità che si prova nello spogliatoio di una squadra di calcio (o di basket nel mio caso), ma ridurre l’amicizia a questo francamente mi sembra un po’ come dire… riduttivo. Continua a leggere “Sull’amicizia”

La sindrome dei capponi

di Cyrano

Giuliano c’aveva visto lungo: l’unico modo efficace e privo di effetti collaterali per sgominare quelle canaglie di cristiani era sollevarli da ogni pressione legale e lasciare che si scannassero tra di loro. Continua a leggere “La sindrome dei capponi”

Rallentare

Temiamo che da oggi i post non potranno più venire aggiornati ogni giorno, almeno non necessariamente, ma quando ce la faremo. I tanti apprezzamenti e la continua crescita di contatti ci hanno fatto pensare che il blog si potesse tenere quotidianamente aggiornato ma tra lavoro, famiglia, esami, questioni personali, progetti, libri da scrivere, è difficile per tutti mantenere le scadenze fisse per i post. Costanza continuerà a pubblicare, e così spero Cyrano, Raffaella, Laura e Paolo ma solo quando e se sarà possibile.

Confidiamo quindi ancora di più nell’aiuto di Maria Elena, frate Filippo, Daniela, don Fabio, Andreas, Roberto e Claudia, e di chi vorrà proporre qualcosa (che si adatti al nostro taglio) per non disperdere questo NOSTRO piccolo patrimonio.

Intorno, dentro e oltre al blog

di Costanza Miriano

Oggi è il compleanno della mia amica Marina. Non posso non dedicare a lei questo post. Veramente stavo per farlo, cioè volevo scrivere di qualcos’altro, poi ho guardato l’orologio – come faccio ogni trentadue secondi, solo uno dei tanti sintomi che presto verrò ricoverata alla neuro – e mi sono accorta di che giorno è oggi. Continua a leggere “Intorno, dentro e oltre al blog”

Eros redento

Don Fabio ci ha regalato questo post tutto per noi.

di Fabio Bartoli     Uscite, popolo mio, da Babilonia

Ormai l’ho capito, in questo blog non si parla di sesso. Il che, consentitemelo, in un blog sul matrimonio è quantomeno bizzarro. Al massimo si parla ogni tanto del sesso che NON si fa, come quando abbiam parlato dell’omosessualità, ma nessuno mi sembra ha mai detto qui quanto sia bello, profondo, spirituale e perfino mistico il darsi e riceversi dell’uomo e della donna. continua a leggere

2 euro anche noi

di Raffaella Frullone

Ieri mattina ho fatto una cosa per me veramente inconsueta: prendere la metropolitana. Lo so, migliaia di milanesi e pendolari di varia provenienza compiono quest’eroica attività tutti i giorni almeno due volte al giorno ( ragione per cui a loro va la mia più profonda stima e ammirazione), ma per me l’evento è talmente eccezionale che mi sono preparata tipo gita:  tacco sotto gli 8 cm, borsa con la tracolla, monetine in tasca da estrarre per il biglietto. continua a leggere

Eterno riposo

Costanza ha ricevuto questa mail da una lettrice, Sara Sardelli ed essendo completamente d’accordo con quanto ha scritto ha chiesto il permesso all’autrice di pubblicarla come post.

Cara Costanza,

leggo spesso il tuo blog, apprezzandone l’ironia e l’acume Però stasera non ho nessuna voglia di fare ironia. Non sapevo a chi scrivere e dovevo farlo a qualcuno. Apro il sito del Corriere e mi ritrovo sbattuta in faccia la foto di Gheddafi insanguinato, morente o morto. continua a leggere

Grandi speranze

Tra i commenti del post di ieri ne è spuntato uno di un nuovo commentatore, trentamenouno; incuriosito sono andato a sbirciare nel suo blog e ho scoperto il diario di una ragazza, Elena, di 29 anni (anzi trentamenouno) con dentro tante belle cose e tante cose in comune con lo stile del nostro blog. Spero non si arrabbi se oggi come post proponiamo una pagina di questo suo diario.

 

di Maria Elena Rosati   (trentamenouno)

Il momento è arrivato. Si parla di lavoro. Nel percorso di un trentamenouno che si rispetti c’è anche la precarietà e l’affannosa ricerca di occupazione. Quando ho cominciato a scrivere su questo blog, ormai 3 mesi fa, ero nel mezzo di una rivoluzione, mitigata dolcemente da un contratto troppo buono per parlarne male. Il mio contratto di lavoro è scaduto, e non è stato rinnovato. Sono quindi rientrata nel profilo base dei miei coetanei: laureati, specializzati e inesorabilmente precari. Eppure, nonostante tutto non riesco ad essere in crisi. continua a leggere

Il Comitato

Costanza ha ricevuto questa mail dal Comitato delle Mantidi Religiose. Teme che per lei non ci siano più possibilità di recuperare i gravi deficit. L’unica speranza per lei è riposta nel fondato sospetto che l’autrice dello scritto possa essere la sua amica Giuliana Zimucci.

Gentile Signora,
il Comitato delle Mantidi Religiose ha l’onore di invitarLa a partecipare al
nuovo corso di formazione dal tema “Come rimanere sullo schermo senza
farsi togliere la parola”. Il corso è a titolo completamente gratuito. Ma
solo per Lei, cara Signora Miriano! è stata scelta come vincitrice dal nostro
Comitato dopo una selezione a cui hanno partecipato migliaia di donne.
Capito? una incredibile fortuna? no. continua a leggere