Archivio dell'autore

28 giugno 2017

Dall’amore della morte alla morte dell’amore

di admin @CostanzaMBlog

di Michel Schooyans  da Nuovo Disordine Mondiale edizioni San Paolo (2000)

L’antropologia che è alla base dei movimenti contro la vita è inammissibile non solo in ragione del suo razionalismo soggettivistico; essa lo è anche, essenzialmente, perché ha come inizio e come termine la morte dell’uomo concreto. L’antropologia soggettivistica porta l’individuo a cercare la felicità in se stesso. È così che questa antropologia comporta la perdita del significato dell’amore.

Questa antropologia è a sua volta superata da coloro che sostengono che l’uomo, per affermare se stesso come individuo, deve negare Dio, negare il mondo che gli è dato, negare gli altri individui ed essere addirittura

disposto — paradossalmente — a negare se stesso. Tutto ciò che condiziona l’esistenza umana viene avvertito come qualcosa che grava sull’autonomia dell’uomo; quest’ultima deve essere totale affinché lo sia anche la libertà. Per essere libero, l’uomo deve poter dare la morte e persino darsi la morte, arbitrariamente, senza dover rendere conto ad alcuno.

read more »

3 giugno 2017

L’opera del diavolo (che esiste) nella Compagnia di Gesù (che non resiste)

di admin @CostanzaMBlog

Breviarium

di Giovanni Marcotullio

Abbiamo inventato figure simboliche,
come il diavolo per esprimere il male.

Se ad esternare simili baggianate fosse stato un semplice sacerdote – cosa gravissima ma alla quale siamo purtroppo abituati – diremmo che si tratta di un povero prete sessantottino, più ignorante che miscredente (come gran parte di quella leva sciagurata). Ora invece si tratta del generale dei Gesuiti… che dire?

View original post 3.487 altre parole

29 maggio 2017

Totti e sant’Antonio

di admin @CostanzaMBlog

il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano

Dunque, partiamo dall’assunto che visto da vicino nessuno è normale. E va bene. Ci sto. Ma come spiegate che mio marito, che visto da lontano sembra un uomo padrone di sé, poco espansivo e poco incline ad esternare i suoi sentimenti (dice che dovrei intuire che prova della simpatia nei miei confronti dal fatto che non mi lascia), mi telefona dal lavoro privo di voce, cercando di urlare, roco, “doppietta di Tottiiiii”? Io non me lo spiego, personalmente. Chi è questo signore dall’altro capo del telefono?

“Non l’ho vista la doppietta, mi spiace. La tv era spenta, i figli facevano i compiti”. “Sei crudele, sei spietata!” A questo punto dovrei cercare spiegargli con cautela, con molta circospezione, che i nostri ragazzi del derby Roma Lazio possono anche fare a meno (pur preferendolo comunque ai compiti), ma le cautele non bastano. “Allora se non sono tifosi non sono…

View original post 569 altre parole

28 maggio 2017

Cinque Passi 2016-2017 in streaming e download

di admin @CostanzaMBlog

Come ogni anno, in concomitanza con la Solennità di San Filippo Neri del 26 Maggio, pubblichiamo i Cinque Passi dell’anno appena trascorso.
Ogni singolo Passo è disponibile sia in Streaming che in Download.
Augurandovi un buon ascolto e una buona festa di San Filippo Neri, vi ringraziamo con la speranza di vedervi presenti per i prossimi Cinque Passi dell’anno 2017-2018.

 

read more »

13 maggio 2017

Fatima, una storia di popolo

di admin @CostanzaMBlog

Questa sera 13 maggio 2017, alle 23:10, “Fatima, una storia di popolo” regia Costanza Miriano su RAI PREMIUM 

Esattamente cento anni fa a Fatima l’apparizione mariana che ha illuminato col suo sguardo tutto il secolo a venire, annunciando le due grandi guerre del ‘900, e le difficoltà che la Chiesa, sempre meno ascoltata, avrebbe dovuto affrontare. Nei giorni dell’anniversario e della visita di Papa Francesco ripercorriamo questo secolo, ed entriamo nella questione del terzo segreto – se alla fine, dopo oltre ottanta anni, sia stato rivelato per intero o no – con due giornalisti, autori di inchieste su fatima, Saverio Gaeta e Vincenzo Sansonetti.

read more »

7 maggio 2017

I miei eroi

di admin @CostanzaMBlog

il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano

Deve essere un po’ di stanchezza. Forse le lenti a contatto, e i fiocchi di pioppo che nevicano abbondanti qui a Roma, e magari anche un po’ di matita negli occhi, ma insomma ieri mi sono commossa. Sono entrata in una delle più antiche chiese di Roma dove dovevo incontrare il mio amico don Massimo Vacchetti, e ho visto sei sacerdoti in ginocchio che recitavano la coroncina alla Divina Misericordia.

View original post 517 altre parole

22 aprile 2017

Famiglia a grandezza naturale

di admin @CostanzaMBlog

Il video del convegno del 1 aprile 2017 a Genova.

Con Diego Fusaro,  Alfredo Mantovano, Claudio Borghi Aquilini,  Francesco Belletti, Massimo Gandolfini e Costanza Miriano.

read more »

10 aprile 2017

È, se opera

di admin @CostanzaMBlog

Oggi chiamando al telefono Don Andrea Lonardo gli ho chiesto su cosa avrebbe predicato in questa Domenica delle Palme, inizio della Settimana Santa. Lui mi ha nominato È, se opera  un libretto di appunti di una conversazione tra Don Luigi Giussani e alcuni giovani universitari.

Ho cercato qualcosa è ho trovato queste righe del libro che conservano tutta la freschezza del parlato.

CONTINUA A LEGGERE SU CINQUEPASSI.ORG

29 marzo 2017

Vero diritto dell’uomo è la vittoria su se stesso

di admin @CostanzaMBlog

DA GANDHI A HITLER, DA OBAMA A BERGOGLIO, LE SCELTE DI TIME

GIOVANNI PAOLO II – ANGELUS – Domenica, 20 febbraio 1994

1. Siamo entrati nella Quaresima dell’anno 1994, Anno della Famiglia, voluto dall’ONU e dalla Chiesa. Tra i compiti che, durante questo Anno, occorre mettere in evidenza in campo sia ecclesiale che civile vi è il consolidamento del legame familiare e della vera identità della famiglia. Per questa ragione la Lettera alle Famiglie, che verrà pubblicata martedì prossimo, 22 febbraio, è prima di tutto un invito alla preghiera per le famiglie e con le famiglie.

Gli insidiosi attacchi contro la famiglia nella moderna civiltà edonistica, che, malgrado tutte le dichiarazioni sui diritti dell’uomo, è nella sostanza contraria al suo vero bene, non possono essere respinti se non con la preghiera, il digiuno e l’amore vicendevole. Non mancano, certo, le famiglie che pregano per se stesse e per gli altri. In questo nostro mondo, esposto a così numerose minacce di ordine morale, si sta provvidenzialmente sviluppando l’apostolato delle famiglie.

read more »

27 marzo 2017

I sessant’anni del trattato di Roma e le crepe del sogno europeo

di admin @CostanzaMBlog

di Davide Vairani

Sessant’anni dei Trattati di Roma quale inizio dell’unità europea: che cosa stiamo celebrando in questi giorni? Il ricordo di un evento lontano e sepolto nel tempo o la speranza che davvero si possa costruire un’Europa dei Popoli? L’attentato di matrice islamista a Londra non è che l’ultimo episodio in ordine cronologico che evidenzia le macroscopiche crepe del sogno europeo dei nostri padri fondatori.
Il linguaggio è un termometro fondamentale per cogliere ciò che la gente comune respira. Sovranismo, nazionalismo e populismo non a caso sono i termini che oggi più che mai leggiamo sui media e che in forme e con terminologie forse meno sofisticate si respira nei bar, nei mercati tra la le gente.

read more »

23 marzo 2017

Padre Maurizio Botta, Costanza Miriano e “Le domande grandi dei bambini” a Reggio Emilia

di admin @CostanzaMBlog

Venerdì 24 marzo, alla sala Teatro dei Frati cappuccini a san Martino in Rio (Reggio Emilia) sarò con Padre Maurizio Botta a parlare delle domande grandi dei bambini.

15 marzo 2017

Lui! Il ritorno del Re?

di admin @CostanzaMBlog

“Sapevo semplicemente che io dovevo scriverli. Pertanto non avevo alcun dubbio che avrei dovuto farlo.”
Questa la risposta che nel libro-intervista “Ultime Conversazioni” Benedetto XVI ha dato al giornalista Peter Seewald che gli chiedeva, a proposito dei tre libri da lui scritti su Gesù durante il suo pontificato, se riteneva fosse giusto che un Papa scrivesse libri.
Questa risposta così netta, ferma, chiara mi ha colpito profondamente, perché anche io, misteriosamente, da anni, sentivo intimamente crescere il desiderio di dedicare un intero Passo a Gesù. Come un omaggio, come un canto d’amore, come un bisogno intenso di verità.
È per questo, cari amici, che a questo ultimo Passo di quest’anno, mi sento di invitarvi in prima persona e dirvi che ci terrei molto che ci foste tutti e che invitaste con coraggio le persone che vi stanno a cuore.

Al termine come l’anno scorso ci sarà per tutti i partecipanti un nostro regalo.
Il 26 Maggio 2017 verranno messe a disposizione di tutti sul blog www.cinquepassi.org le registrazioni dei Cinque Passi 2016-2017.

Con affetto in Cristo

Padre Maurizio Botta

Vi aspettiamo con tutti gli amici dell’Oratorio di San Filippo Neri 

Venerdì 17 Marzo alle 21.00, 

Santa Maria in Vallicella (Chiesa Nuova)

Piazza Chiesa Nuova, 00186 Roma

13 marzo 2017

La Via del desiderio

di admin @CostanzaMBlog

il blog di Costanza Miriano

via crucisdi Costanza Miriano

Volevo dire che è appena uscita in libreria una cosa che non credevo sarei mai stata in grado di scrivere. Lo ammetto, faccio una grande fatica a pregare con la Via Crucis. Ho dei problemi con la sofferenza di Gesù. Cioè, razionalmente la capisco, ma poi guardarla negli occhi non è il mio esercizio spirituale preferito, non è la cosa che amo contemplare di lui (per non parlare di The Passion, che ogni anno provo a guardare, e ogni anno scappo, e mi riprometto che alla prossima quaresima ce la farò; quella comunque è una risonanza del mistero della croce in una persona, umana come me – Anna Katerina Emmerick e poi gli sceneggiatori e Mel Gibson -, quindi non è obbligatoria).

Ma la Via Crucis, quella sì, quella è necessaria. Non possiamo capire quanto Gesù ci ha amati senza contemplare quanto abbia sofferto per noi…

View original post 473 altre parole

11 marzo 2017

Pour l’avortement, on parle des femmes et des médecins. Où est l’ enfant

di admin @CostanzaMBlog

Perché pubblichiamo articoli sull’aborto in francese

 

De : Benedetta Frigerio        

Traduit par :Pietro Gabriele Muscò

Même si personne ne tient compte de cela, la réalité s’impose encore une fois, en montrant l’hypocrisie des arguments qui remettent en question l’objection de conscience, après que l’Europe a condamnée l’Italie, que ne garantirait pas un accès plus facile pour l’avortement. Au-delà du fait que le gouvernement démontre tout autre chose, la sentence européenne parle de violation des droits de santé de la femme.

Par contre, il faudrait se questionner, comme il a été écrit par Camille Paglia sur Salon la semaine passée en accusant la Gauche de mystifier la réalité en se cachant derrière un attaque vers la santé de la femme : « C’est qui la victime, ici ? »En le criant à ces gens, il n’y a pas seulement le petit enfant down qu’a survécu à un avortement dans la 23eme semaine et qui a été laissé mourir dans un hôpital en Varsovie : il y a aussi l’histoire d’un autre bébé. Celle-ci, fait trembler la loi polonaise, mais aussi celle anglaise, qui permet l’avortement jusqu’à la 24eme semaine et dans le cas ou on attend un enfant handicappè, l’avortement est permit dans n’importe quelle moment. « Le fait que l’aurait pu abortir outre le jour de sa naissance, c’est la honte ! ça me donne du mal au ventre. » c’est la déclaration de Fionnuala McArdle, la mère de la petite Meabh, qui est née l’année passée à Belfast, où la loi pro-avortement est plus restrictive que dans tout le Royaume Unis.Apres deux avortement spontanèe, la femme a risquèe de perdre aussi Meabh : « Quand je fus hospitalisée, presque en train d’accoucher, les medecins me dirent qu’elle aurait eu très peu de chances de vie».

read more »

25 febbraio 2017

10 cose da sapere prima di (s)parlare di aborto e obiezione di coscienza

di admin @CostanzaMBlog

Giuliano Guzzo

obiezione

Non intendo tornare sul mio pensiero in fatto di aborto procurato e obiezione di coscienza, credo oramai ben noto ai miei lettori e amici, ma solo mettere a fuoco

View original post 501 altre parole

24 febbraio 2017

Nuvole nere sulla libertà

di admin @CostanzaMBlog

nubi_nere-660x330

di mons. Guido Gallese

Come vescovo, ho il compito di guardare lontano, e a volte vedo delle cose che non riguardano soltanto noi cattolici, ma tutta la comunità civile. Scrivo per dare un segnale d’allarme finché siamo in tempo, finché l’astio delle parti non prende il sopravvento sul buon senso. Scrivo a tutti gli uomini di buona volontà e di intelligenza di qualsiasi parte politica o religiosa. Scrivo perché vedo nubi oscure profilarsi all’orizzonte.

read more »

22 febbraio 2017

Una festa della donna sessualmente liberata

di admin @CostanzaMBlog

tourhargot-04

L’ 8 marzo alle 11, nell’aula magna dell’Università di Roma 2 “Tor Vergata” incontro con Thérèse Hargot, insieme ai docenti e a Costanza Miriano. Poi  alle  18.00 presentazione in libreria (con ogni probabilità la sede sarà la Feltrinelli di Largo Argentina).

Breviarium

Me l’hanno chiesto in tantissimi, da prima ancora che uscisse il libro: «Ma la Hargot viene in Italia?». Chiaramente a me per primo sarebbe piaciuto molto invitare Thérèse nel mio Paese, dopo avervi introdotto (con un certo successo, a quel che vedo) il suo libro. La cosa però sembrava destinata a non farsi: non si trovavano le leve, soprattutto non si trovavano le tasche. Invece si farà.

View original post 889 altre parole

18 febbraio 2017

Les Pré-personnes

di admin @CostanzaMBlog

Il y a quelques jours que, pendant le débat à propos de la “légitimité” de considerer l’embryon une personnne, un commentateur du blog, un médecin qui travaille en thérapie intensive néonatale, avait fait allusion à un conte de science-fiction. Nous ne publieront pas ce conte (il est possible de le lire ICI ), mais seulement l’article.

Umberto Folena

«Walter était en train de jouer à cache-cache quand il vit le fourgon blanc au-delà du bosquet de cyprès, et il comprit tout de suite ce qu’il était. Il pensa: “Il est le fourgon blanc de l’avortement. Il est venu pour prendre quelques enfants pour un avortement après l’accouchement. Peut-être” il pensa “mes parents l’ont appelé. Pour moi”». C’est le commencement horrifiant du conte The Pre-Persons (Les Pré-personnes) écrit pendant le décembre du 1973 par… par qui? Par un fanatique pro-life? Par un rétrograde néo-nazi?

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: