Perché spiegherò Darwin a cena da Costanza

 

di Enzo Pennetta

In questi giorni è stata sollevata prima sulla pagina Facebook di Costanza Miriano e poi con un articolo sulla Bussola Quotidiana la questione di come venga proposta la teoria dell’evoluzione sui manuali scolastici. Si tratta di un episodio che conferma di quanto vado sostenendo da sempre e cioè che la questione nata con la riforma Moratti che nel 2004 intendeva togliere l’insegnamento dell’evoluzione dalle scuole medie e con alcune iniziative come quella turca di toglierlo dalle scuole superiori dal 2019, è una falsa questione in quanto la teoria di Darwin di fatto già non viene insegnata. Continua a leggere “Perché spiegherò Darwin a cena da Costanza”

Omogenitorialità liberi di dissentire?

psichiatria1

di Tonino Cantelmi

La vicenda degli psicologi «zittiti» dai loro Ordini sul gender. La notizia: un certo numero di psicologi ha subìto o sta subendo procedimenti disciplinari dal proprio Ordine perché hanno espresso opinioni difformi sul tema del gender e dell’omogenitorialità e dintorni. Potrei entrare nel dettaglio per ogni singolo procedimento, ma nel complesso mi sembra di poter sostenere che i vari Ordini regionali degli psicologi si siano piegati al clima dominante. Lo sappiamo tutti: oggi le associazioni Lgbt possono far dimettere un politico, licenziare un manager, boicottare un’industria e rovinare la carriera di un ricercatore, ma questo non dovrebbe impedire la libertà di ricerca scientifica, il dibattito, il confronto delle opinioni. Continua a leggere “Omogenitorialità liberi di dissentire?”

#Ondegravitazionali… e a noi?

albert-einstein-alla-lavagna-da-linguaccia_596107

di Francesca Nardini    

In questi giorni si è sentito molto parlare di onde gravitazionali, ma solo pochi si sono avventurati a pubblicare inofmrazioni tecniche dettagliate sull’argomento. Tra questi pochi, spicca il pezzo di Serena Pizzi (Il Giornale) cioè l’intervista al prof. Giovanni Prodi, nella quale troviamo una spiegazione semplificata e abbastanza fruibile del fenomeno. Un altro valido supporto per chi mastica un po’ di inglese è un video abbastanza popolare su Youtube: in sintesi, lo spazio-tempo viene paragonato ad un materasso morbido ed i corpi celesti a palline che vi affondano deformandolo. I punti del materasso che si deformano condizionano il movimento di altri corpi e si hanno così le orbite ad esempio dei pianeti. Continuando nel paragone molto efficace, il video spiega come qualunque corpo dotato di massa influenzi la quantità e qualità di queste deformazioni (“increspature” nel linguaggio usato dagli addetti ai lavori, che non siamo noi). Continua a leggere “#Ondegravitazionali… e a noi?”

Utopia, desideri, scienza e le nuove superstizioni

totò-iettatore

di Roberto Brega

Ora, quando pensiamo a una persona superstiziosa siamo certamente abituati a figurarci qualche cliente del mago Otelma, qualcuno che evita di passare sotto le scale o indulge in altre simili stranezze. Qualcuno che si affida alla magia o al paranormale. Questo è il superstizioso; ma io mi accorgo spesso di pensare alla superstizione in un modo più ampio. Nella nostra epoca, sembra che il pensiero superstizioso non si rivolga tanto a una visione distorta della realtà sovrannaturale, quanto piuttosto a una visione distorta della realtà naturale. Il che non è strano, a ben pensarci, ma conseguenza del dilagante materialismo.

Continua a leggere “Utopia, desideri, scienza e le nuove superstizioni”

Ritirato uno studio Lgbt: ancora una volta avevano falsificato i dati

falsari4

dal sito UCCR Unione Cristiani Cattolici Razionali

Uno studio scientifico pubblicato un anno fa, che ha subito fatto il giro dei quotidiani internazionali, ha sostenuto che per far approvare il matrimonio omosessuale basterebbe una conversazione con un attivista omosessuale, la cui esperienza sarebbe in grado di influenzare positivamente le opinioni, rendendole durature anche oltre un anno. La tesi di fondo è che le obiezioni alle istanze Lgbt sono ideologiche e istintive, tanto che basta poco per cambiarle. Continua a leggere “Ritirato uno studio Lgbt: ancora una volta avevano falsificato i dati”

Tre tre, giù giù

marx

di admin

L’ultima frontiera è sparita, l’ultimo muro finalmente abbattuto: la giostra di ovuli venduti, uteri affittati e spermatozoi in comodato d’uso ha sancito la fine del romano principio per cui Mater semper certa est, e ora le donne si ritrovano a condividere l’amletico destino del pater autem incertus. La perfetta parità tra uomo e donna è raggiunta, segno X dunque, non vince nessuno, perde solo il buonsenso, ma tanto era già moribondo. E quasi per un gioco del destino è proprio un caso romano, quello dell’ospedale Pertini, ad aver sbattuto in prima pagina e in faccia agli italiani questa nuova fantastica realtà.

Ma l’ingegneria genetica è già pronta ad offrirci nuovi piccoli passi che diventeranno balzi da gigante per l’inumanità; Continua a leggere “Tre tre, giù giù”

La donna-cosa

miriam

di Miriam Mafai LaRepubblica 7 marzo 1997

“LA SCIENZA non obbedisce a nessuna autorità” ha scritto recentemente uno scienziato. E ancora: “per lo scienziato l’ uomo è un pezzo della sua ricerca. Allo scienziato più sensibile l’ uomo appare una cosa fragile e delicata ma sempre una cosa, tra le cose della sua indagine…”. E’ dunque una cosa, sia pure fragile e delicata, la donna nel cui ventre sono stati impiantati due embrioni di due coppie diverse. Continua a leggere “La donna-cosa”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: