Posts tagged ‘padre Maurizio Botta’

11 gennaio 2017

Guinzagli e corna. Un passo sulla fedeltà

di admin @CostanzaMBlog

15781435_10209556561365680_4734254827773430785_n

Nel terzo dei cinque passi di quest’anno, affronteremo il tema della fedeltà. In un mondo che fa della fluidità un punto di forza, e della precarietà un elemento di progresso, ha ancora senso parlare di fedeltà?
La fedeltà è sempre piú vista come un limite alla libertà personale, al libero arbitrio e alla fuga dall’ordinarietà e dalla noia. Eppure, in un epoca che sembra liberarci da ogni vincolo, siamo sempre piú controllati, rintracciabili e monitorati.

Queste solo alcune delle molte domande che rendono, a nostro avviso, particolarmente attuale anche il terzo Passo di questo nono ciclo di incontri.

Vi aspettiamo Venerdì 13 Gennaio 2017, presso la Chiesa di Santa Maria in Vallicella (Chiesa Nuova) in Piazza della Chiesa Nuova alle ore 21.00

16 dicembre 2016

Catechismo, il problema è la fede degli adulti

di autori vari

2016-12-15_114249

di Benedetta Frigerio

Fare catechismo ai bambini? “Sembra che oggi i preti abbiano molto altro di meglio da fare”. E’ così che padre Maurizio Botta, sacerdote della parrocchia di Santa Maria in Valicella a Roma, ha cominciato a novembre la presentazione del suo libro di catechismo “Le domande grandi dei bambini” (ed. Itaca, 127 pagine, 10 euro) a una platea di prelati e catechisti presso l’eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno. Ma proprio perché il libro è una provocazione innanzitutto alla fede degli adulti, visibilmente colpiti dall’intervento di padre Botta, e siccome dalle domande dei presenti è emerso il bisogno di punti di richiamo innanzitutto a loro, il lavoro proseguirà. Presso l’Eremo di Bienno, i catechisti e i sacerdoti si troveranno a guardare insieme i filmati ideati da Botta e Lonardo visibili sul canale youtube “Catechisti Roma”. In attesa del secondo volume di preparazione alla Cresima (in uscita l’estate prossima) e di un incontro conclusivo con il sacerdote romano. 

3 novembre 2016

Cinque Passi 2016-17

di admin @CostanzaMBlog

14716214_10208854862303642_2670628270906881891_n

Con il primo appuntamento di Venerdì 4 Novembre, inizia il ciclo dei Cinque Passi al Mistero per l’anno 2016-17.

In “Che Ansia! Il mostro che soffoca la vita”, affronteremo il tema doloroso dell’ansia, nemica capace di rubare molta della gioia del vivere. Prescindendo dai casi patologici, ci chiederemo: da dove proviene questa mancanza di fiato che attanaglia moltissimi di noi? Quali sono gli incubi che la generano? Come possiamo parlarne? Come possiamo affrontarla insieme?

Queste solo alcune delle molte domande che rendono, a nostro avviso, particolarmente attuale e urgente il primo Passo di questo nono ciclo di incontri.

Vi aspettiamo

Venerdì 4 Novembre 2016, presso la Chiesa di Santa Maria in Vallicella (Chiesa Nuova) in Piazza della Chiesa Nuova alle ore 21.00

31 ottobre 2016

Sceglierà lui da grande. Il libro

di Costanza Miriano

Esce il libro di padre Maurizio BottaSceglierà lui da grande“, una raccolta di alcune delle catechesi dei CINQUE PASSI

14718664_10209905930917841_192424697067438316_n

dalla Prefazione di Costanza Miriano

…che roba sarà mai, questi Cinque Passi? … È davvero un’opera preziosa e insostituibile, questa: esercitare un giudizio sul mondo. Nel seno della Chiesa, bevendo il latte della sapienza bimillenaria della nostra tenerissima madre, ma con gli occhi aperti anche sui giornali, sul cinema, sulla cultura contemporanea. Un laboratorio inedito per stare al mondo con tutte le coordinate per orientarsi sulla mappa. Un conto è cercarle da soli, magari leggendo e informandosi. Un conto è sapere di essere parte di un popolo partito per la stessa ricerca.

15 ottobre 2016

Semi infuocati in cassaforte impermeabile… (di padre Maurizio Botta)

di autori vari
post-tsunami

cinquepassi.org

15 Ottobre 2016, Santa Teresa d’Avila

Leggendo i racconti del Mondo Piccolo di Giovanni Guareschi mi folgorò, tra i tanti, uno scambio tra Don Camillo e il Gesù del crocifisso*.

“Don Camillo, perché tanto pessimismo? Al­lora il mio sacrificio sarebbe stato inutile? La mia missione fra gli uomini sarebbe dunque fallita perché la malvagità degli uomini è più forte della bontà di Dio?”. “No, Signore. Io intendevo soltanto dire che oggi la gente crede soltanto in ciò che vede e tocca. Ma esistono cose essenziali che non si vedono e non si toccano: amore, bontà, pietà, onestà, pu­dore, speranza. E fede. Cose senza le quali non si può vivere. Questa è l’autodistruzione di cui par­lavo. L’uomo, mi pare, sta distruggendo tutto il suo patrimonio spirituale. L’unica vera ricchezza che in migliaia di secoli aveva accumulato. Un giorno non lontano si troverà come il bruto delle caverne. Le caverne saranno alti grattacieli pieni di macchine meravigliose, ma lo spirito dell’uomo sarà quello del bruto delle caverne […] Signore, se è questo ciò che accadrà, cosa possiamo fare noi?”. Il Cristo sorrise: “Ciò che fa il contadino quando il fiume travolge gli argini e invade i campi: bisogna salvare il seme. Quando il fiume sarà rientrato nel suo alveo, la terra riemergerà e il sole l’asciugherà. Se il contadino avrà salvato il seme, potrà gettarlo sulla terra resa ancor più fertile dal limo del fiume, e il seme fruttificherà, e le spighe turgide e dorate daranno agli uomini pane, vita e speranza. Bisogna salvare il seme: la fede. Don Camillo, bisogna aiutare chi possiede ancora la fede e mantenerla in­tatta. Il deserto spirituale si estende ogni giorno di più, ogni giorno nuove anime inaridiscono perché abbandonate dalla fede. Ogni giorno di più uomi­ni di molte parole e di nessuna fede distruggono il patrimonio spirituale e la fede degli altri. Uomini di ogni razza, di ogni estrazione, d’ogni cultura”.

22 agosto 2016

Le domande grandi dei bambini. Ripartire dal catechismo

di admin @CostanzaMBlog

kl

di Costanza Miriano

Se avessi qualche potere nella Chiesa, ripartirei dal catechismo. Innanzitutto dal catechismo dei bambini. Metterei le menti migliori a fare quello, i meno dotati possono anche fare carriera – a gestire il potere non ci vuole molto – mentre a educare un bambino, lì sì che la questione si fa difficile. Dopo il baccalaureato, il megamultidottorato in teologia e lo studio dei padri della Chiesa, tutti a fare catechismo ai bambini piccoli, per fare il cardinale può bastare sicuramente meno talento.

10 agosto 2016

Incontri di preparazione al Sacramento del Matrimonio 2017

di admin @CostanzaMBlog

matrimonio2016

Carissimi amici,

è con gioia che vi annuncio, con un po’ di anticipo, le date del prossimo corso di preparazione al Sacramento del Matrimonio.

Il corso sarà composto da 9 incontri. Non è riservato solo ai fidanzati che hanno già deciso di sposarsi, ma anche a fidanzati che desiderano fare un discernimento come coppia per decidere se sposarsi o anche a giovani (tra i 20 e 30 anni) che desiderano comprendere meglio il senso di sposarsi in Chiesa. Per quelli che lo desidereranno al termine del corso è prevista la possibilità di effettuare uno o due incontri personali.

Il corso è per coppie e non per single. Il corso non è per coppie già sposate.

29 luglio 2016

Un catechismo per i bambini

di autori vari

grandi domande

di padre Maurizio Botta

Ho la gioia sincera di  annunciarvi che a fine agosto sarà pubblicato dall’editrice ITACA il primo volume del Catechismo Le domande grandi dei bambini, di don Andrea Lonardo e padre Maurizio Botta, pensato per i bambini dell’eta delle Prime Comunioni.

Non sarà un catechismo ufficiale della diocesi di Roma, né dell’Ufficio Catechistico, perché è bene che ognuno sia libero di utilizzare i testi che ritiene più adatti. Ma abbiamo voluto scriverne uno Don Andrea Lonardo e io perché sentivamo che era importante farlo.

19 luglio 2016

L’ingrato 

di autori vari

2016-07-18_115308

di Padre Maurizio Botta C.O. cinquepassi.org 17 luglio 2016

L’ospitalità è al centro di tutte le letture di questa domenica. Ma chi ospita chi?

In Abramo e Marta vediamo l’uomo che, più o meno consapevolmente, ospita Dio e Dio che accetta di farsi ospitare. Nella figura di Maria si invertono le parti. In Gesù che accoglie Maria che lo ascolta è Dio ad ospitare l’uomo che lo cerca. Come dice poeticamente il salmo: chi teme il Signore, abiterà nella sua tenda. Dio concede intimità a chi valuta preziosa questa intimità.

Perché, allora, ci è difficile commentare questo brano di Vangelo? Forse perché è complicato? No!

11 luglio 2016

Analisi logica

di autori vari

2016-07-11_184259

In quel tempo, un dottore della Legge si alzò per mettere alla prova Gesù e chiese: «Maestro, che cosa devo fare per ereditare la vita eterna?».

Le domande non sono tutte uguali. Non sempre nascono dalla sete di verità. Non sempre quindi cercano una risposta. Questa domanda non è per ereditare la vita eterna, ma per esaminare Gesù.

Gesù gli disse: «Che cosa sta scritto nella Legge? Come leggi?».

Gesù risponde con altre due domande. Gesù è intelligente e non si lascia ingannare, non accetta di rispondere come se la domanda fosse stata fatta per un’esigenza spirituale sincera. Si potrebbe qui aprire tutto il capitolo dell’insincerità con Dio e delle domande che ci vengono fatte su di Lui.

Costui rispose: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente, e il tuo prossimo come te stesso». Gli disse: «Hai risposto bene; fa’ questo e vivrai».

3 luglio 2016

Giovanni Lindo Ferretti e Ambrogio Sparagna: Lauda a san Filippo

di admin @CostanzaMBlog

13495061_10207883195172571_2333735137632227075_n

Martedì 5 Luglio 2016 ore 21.00

Santa Maria in Vallicella (Chiesa Nuova)

Ingresso libero (apertura dalle 20.15)

Giovanni Lindo Ferretti e Ambrogio Sparagna ripropongono in onore di San Filippo Neri alcuni brani dell’album “Litania”.

Con la partecipazione di Clara Graziano, Erasmo Treglia, Arianna Rumiz

e il Coro di Lauda popolare San Filippo Neri diretto da Anna Rita Colaianni.

DA NON PERDERE

28 maggio 2016

Cinque Passi 2015-2016 in streaming e download

di admin @CostanzaMBlog

Come ogni anno, in concomitanza con la Solennità di San Filippo Neri del 26 Maggio, vengono pubblicatu sul sito dei Cinque Passi dell’anno appena trascorso.
Ogni singolo Passo è disponibile sia in Streaming che in Download.
Vi aspèettiamo per i prossimi Cinque Passi dell’anno 2016-2017.

10 maggio 2016

Visita alle Sette Chiese nella Notte

di admin @CostanzaMBlog

Quest’anno non ce la perdiamo!!!

12933142_510939399078316_5025712957167008993_n

La tradizionale Visita delle Sette Chiese nell’arco di una notte ci porta a un incontro profondo con noi stessi e con Dio pregando secondo lo schema delle antiche orazioni composte da San Filippo Neri. Questo pellegrinaggio ci aiuta inoltre a scoprire Roma e in un certo senso ad appropriarci della città in cui ci muoviamo convulsamente tutti i giorni.
Le catechesi saranno proposte da Padre Maurizio Botta.

PARTENZA:
Chiesa Nuova – Santa Maria in Vallicella
Piazza Chiesa Nuova (a metà di Corso Vittorio Emanuele II; alle sue spalle, poco distanti, Piazza Navona e Castel Sant’Angelo) sito web:http://www.vallicella.org/ Il ritrovo è VENERDI’ 13 Maggio alle 19.30 (puntuali!), ma arrivando alle 19.00 si può iniziare con la Santa MESSA.

ARRIVO:
L’arrivo è “indicativamente” previsto tra le 7.00 e le 8.00 di SABATO 14 Maggio alla Basilica di “Santa Maria Maggiore”.

16 marzo 2016

Famiglia e vita consacrata nell’unico corpo di Cristo

di admin @CostanzaMBlog

2016-03-16_155119

Il 17 marzo all’Auditorium Antonianum (viale Manzoni, 1 a Roma) un convegno da non perdere! La mattina Fra Roberto Pasolini parlerà del tema di includere l’altro attraverso la Bibbia, a seguire mons. Martinelli.

Nel pomeriggio Enrico Petrillo, il marito di Chiara Corbella Petrillo, e Fra Vito D’Amato, il loro padre spirituale, insieme a Costanza Miriano e Padre Maurizio Botta parleranno di come la famiglia e i consacrati possono aiutarsi reciprocamente.

11 marzo 2016

Tempo libero guastafeste – Ora d’aria o ricreazione?

di autori vari

12742658_491396784365911_264532157688983499_n

 

http://cinquepassi.org/

In questo Passo rifletteremo su un tempo speciale della vita, il tempo della vacanza, del riposo, il tempo libero dal lavoro. Usiamo tanti termini per indicare questi giorni speciali: week end, feste, ferie, vacanze, permessi…
Nella nostra locandina ancora una volta magistralmente realizzata da Andrea Pucci abbiamo davanti agli occhi la disperazione di un uomo al primo minuto del primo lunedì dopo le vacanze estive.

12 febbraio 2016

La giustizia di Coccolino. Quale rapporto tra giustizia e misericordia?

di admin @CostanzaMBlog

2016-02-12_092108

Nella locandina di questo passo, magistralmente illustrata da Andrea Pucci, abbiamo voluto sintetizzare esaurientemente tutte le attuali distorsioni delle virtù della Misericordia e della Giustizia.
Un pelouche rosa simboleggia un sentimento che non è virtù, ma un incondizionato e soffice atteggiamento di generica bontà, che non considera la debolezza dell’uomo e la sua innata malizia.

Di contro, una spada, rappresenta l’altra faccia della stessa medaglia. L’uomo che commette errori non merita perdono, è predestinato ad una vita senza redenzione e possibilità di riscatto. L’unica soluzione sembra una giustizia simile alla vendetta, che porti all’esclusione dalla famiglia umana.

Nell’uomo moderno, misericordia è sempre più sinonimo di “condono”, sinonimo di un perdono incondizionato senza un previo pentimento e una volontà di conversione. Una totale attitudine all’impunibilità che non lascia spazio alle ragioni della giustizia e della legge.

1 febbraio 2016

Un popolo che sta crescendo e che sarà difficile fermare

di Costanza Miriano

popolo2 rid

di Costanza Miriano

Era un anno fa, o meglio, un anno e un’era geologica fa. Era il 29 gennaio 2015 (peraltro il mio onomastico, la notizia è per il Grande Capo Indiano) quando Mario Adinolfi, Marco Scicchitano, Padre Maurizio e io ci ritrovavamo in una stanzetta a mangiare una fetta di dolce e a brindare (i maschi) alla fine della nostra avventura, quella che avevamo chiamato “I falsi miti di progresso”, con la quale avevamo un obiettivo che ci sembrava audace ma, forse, quasi alla nostra portata. Risvegliare Roma a partire dalle periferie, e cominciare a spiegare alla gente, a cinquecento persone alla volta, cosa fossero le teorie gender, l’utero in affitto nascosto nel ddl Cirinnà, la differenza tra maschile e femminile.

12 gennaio 2016

Una lettera per capire cosa sono i Cinque Passi

di admin @CostanzaMBlog

Questa lettera ricevuta da una ragazza di 16 anni della Sardegna mi ha allargato il cuore, incoraggiando tutti noi ad andare avanti. Ve la regalo perché spiega meglio di tante altre parole che cosa siano i Cinque Passi e perché siano nati.

Padre Maurizio Botta

IMG-0877-IMG-0879

Buongiorno Padre,
il desiderio di scriverle era così forte che, dopo aver cercato disperatamente un modo per poterla contattare, eccomi qua a cercar di mettere in ordine tutto quello che voglio dirle. Sono una ragazza di 16 anni e le scrivo dalla Sardegna. Da pochissimo tempo ho scoperto le sue catechesi de “I cinque passi”. Ho iniziato ad ascoltare le registrazioni di queste su Internet e… grazie, semplicemente grazie e grazie ancora. Il bene che mi hanno fatto è indicibile ed inesprimibile, mi creda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: