30 minuti con Costanza. Intervista a TV2000

di admin @CostanzaMBlog

Monica Mondo intervista Costanza Miriano 

22 commenti to “30 minuti con Costanza. Intervista a TV2000”

  1. bella l’intervista, ma perché l’intervistatrice continua a interrompere e incalzare? Su TV 2000 poi?

    • No, guarda, Monica Mondo ha fatto benissimo il suo lavoro di provocarmi e poi però di lasciare spazio alle mie risposte. Non mi era mai stata data la possibilità di parlare tanto e tanto liberamente. le sono grata. Mi ha dato la possibilità di rispondere con parresia, visto che ora va di moda 🙂

      • Sei stata molto coraggiosa ad andare nella televisione di monsignor Galantino! Intervistatrice ha fatto il suo
        lavoro, ma era un po’ spocchiosetta! E poi ….siamo partigiani!!!😅

  2. Ma una giornalista di TV 2000 non dovrebbe essere cattolica? In alcune domande non mi sembrava proprio……

  3. Belle le parole con cui hai parlato della tua prima Comunione e di come ascoltavi le parole del tuo parroco sull’incontro con Gesu’. Mi hai fatto ricordare il mio entusiasmo di quel giorno. Vorrei trasmetterlo ai miei figli. Grazie delle tua testimonianza.

  4. Bella intervista. Grande Costanza, in alcuni passaggi mi hai commosso. Brava l’intervistatrice perché ha posto le domande giuste per far meglio emergere chi sei e cosa fai

  5. Bella intervista Costanza. La parte che mi ha colpito di più è stata quando hai detto che non hai bisogno di cercare la Verità al di fuori della Chiesa e che piuttosto devi fare i conti con i tuoi limiti. Mi ci sono ritrovato perfettamente. Anch’io all’inizio ho avuto la sensazione che l’intervistatrice fosse di Repubblica😂 poi però effettivamente ti ha lasciato rispondere ampiamente alle domande (a volte volutamente provocatorie)…quindi alla fine ottima intervista. Grazie

  6. Grazie cara Costanza!

  7. Anch’io all’inizio ho pensato che l’intervistatrice fosse di Repubblica😂 poi però ti ha lasciato lo spazio necessario per rispondere alle domande (provocatorie)…quindi ottima intervista. Quando hai affermato che non hai bisogno di cercare la Verità al di fuori della Chiesa ma che piuttosto devi fare i conti con i tuoi limiti mi ci sono ritrovato in pieno. Grazie

  8. e belle (… domande e risposte!)

  9. Grazie Costanza per il tuo impegno!

  10. Dopo aver gustato come una pietanza saporita l’intervista, mi si è accesa la giornata!! God bless you!!

  11. Si, è vero che l’intervistatrice ha provocato appositamente per far emergere chi è Costanza, ma dalle espressioni e dalla mimica del viso era evidente che era prevenuta e provava poca simpatia per Costanza!
    Io non l’ho mai vista con quel “ghigno” quando intervista altri.

  12. Gentile Signora Costanza, un commento un po’ lungo comunque ne prenda solo il “sugo” e’ il solo che mi propongo. Buon Natale a lei e Famiglia compartendo la stessa Fede, paul

    Nella mia semplice fedelta’ di cristiano alla Chiesa trovo nella catechesi cattolica ufficiale l’aiuto necessario al vivere giornaliro la mia Fede.

    Da anni noto una crescente infiltazione delle forze del Male nel tessuto morale della Legge=Deposito della Fede.

    Fonti nascoste o nella penombra, da dentro e fuori la Chiesa’ si sono schierate a deviare/sformare la Catechesi introducendo gradualmente e con grande e subola discrezione, intrepretazioni di razionalita’, errori dottrinali, sofisticata teologia/apostasia e disubbidienza al Magisterio della Chiesa.

    In tal senso e dal lavoro da parte di queste forze “trasformiste” di opposizione alla Chiesa vi e’ giornalmente un gran da fare per distillare dall’integrita’/perfezione della dottrina evangelica della Chiesa una interpretazione diversa all’insegnamento ufficiale con cui ci alimenta lo spirito del Magistereo della Chiesa, Madre e Maesta.

    Da questo dinamico processo di erosione della religione da parte di “razionalisti” fuoriesce una mistura di alimento spirituale per il fedele sempre piu’ intriso di derivati da teologia di liberazione, impellenti difficolta’ sociali da accomodare , aggiornamenti politici per agire come leva sui popoli.

    Elementi questi per promuovere un ecumenismo democratico con partecipazione di molte correnti religiose, credi, fedi, pensando che e’ la via all’unita’ per una Chiesa Cattolica mondiale.

    Questi attivi precursori non sono di certo l’ecumenesimo come da Catechesi cattolica nel senso di Corpo Mistico di Cristo e tanto meno parte della promessa profezia che recitiamo del “venga il Tuo regno”.

    Ci viene servito, in molti casi, un acqua fra lo spirituale e il mondano che si conforma , in un modo o l’altro, vero o falso, con errore o apostasia, al vivere del mondo odierno introducendo, qua e la’, piccole e continue deviazioni/innovazioni alla Rivelazione Divina=Deposito della Fede.

    Si e’ gia, con questi smottamenti della Catechesi, arrivati ad incidere su grandi fascie di fedeli e far credere al Gregge di Cristo di poter vivere cristianamente servendo a due Padroni: Vangelo e Mondo.

    Ricordiamoci le gravi responsabilita’ di chi da scandalo dottrinale e alla morale o alla Parola, Tradizione e Magisterio della Chiesa. (Per di piu’ il corpo ecclesiastico tace e mostra un mutismo ininspiegabile?)

    Chi si adopera o tende a introdurre questi errori al deposito ufficiale della Fede, a suo tempo, risponderanno del loro operato al Pastore del Gregge: “il Padrone della Vigna”.

    La vita del Cristiano moderno, nello svolgersi del vivere quotidiano, viene presentata con l’adattazione della Religione Cattolica quale composizione di disintegrato Vangelo, senza capo ne coda, a cui sono aggiunti ragionamenti umani, strumentalizzazioni a fine pratico, sofismi sociopolitici, filosofie e psicologie dalle piu’ varie sfaccettature del pensiero del giorno.

    Un intenso lavoro da parte di forze apostate con il fine di apparire al fedele cattolico come valido progresso intellettuale da essere creduto vero e valido aiuto spirituale per l’anima e la loro salvzza eterna.

    Dall’altro lato invece risciede l’ immutabile Verita’ evangelica che ancor oggi ci invita, senza nessun dubbio, equivoco di interpretazione al richiamo integrale di fedelta’ alla Fede.

    E’ la vita, detta moderna, che deve conformasi ai dettami della Legge e sua Catechesi e non viceversa: “che vale all’Uomo conquistare il Mondo intero se poi perde l’anima?”

    Non riesco a vedere nell’accavallarsi di discorsi sopra discorsi, digressioni le piu’ contorte/disparate possibili da parte di molte “canne sbattute dal vento” , non tutti, un legame spirituale con il Vangelo.

    Non attingo la pura acqua battesimale per un lavacro interiore e spirituale che mi lavi con la stessa acqua luminosa di verita’ evangelica che trovo sulle orme dei santi e martiri.

    Esempio spirituale e confortevole aiuto al mio spirito assetato di trovare il semplice e puro esempio della Fede praticata e vissuta.

    (Oggi giorno sembra che ce l’abbiano su anche con santi e madonne li hanno rimossi dalle chiese, non tutte)

    Oggi invece sempre piu’ e in tutte le forme, specie con l’uso delle telecomunicazioni, con azione a largo raggio, sistematicamente viene sminuita la Fede e ristrutturata con logiche umane, le piu’ accomodanti come ragionamento e utilarieta’, suggerite dalla cognizione/razionalizzazione/condizione umana.

    Rendere dolce ed appetibile la Fede alla mente del fedele in modo piu’ vicino alla sola realta’ e sempre meno ricerca spirituale del Mistero: basta il materialismo.

    La preghiera, la meditazione, il sacrificio, “chi mi ama prenda la sua croce e mi segua” , dottrina del passato poco importante e si puo’ anche tralasciare.

    Avviene, con questo ben studiato diabolico processo di indottrinizazione, che le persone si adagiano, credulone, sul tiepido confortevole compromesso la loro spiritualita’ avendo la senzazione che la coscienza ha trovato uno stato spirituale di equlibrio sufficiente per la vita e la salvazione.

    Neppure si accorgono che stanno adorando e servendo un falso Cristo e una falsa Chiesa, completamente assenti a percepire l’errore in cui sono caduti specie quando il supporto a questo patrimonio spirituale ha l’approvazione da parte di varie teologie di liberazione e sette attive nel corpo della Chiesa.

    Raggiunto questo compromesso spirituale nel fedele la strada e’ aperta per la possibile rovina della sua anima.

    A noi Cristo ci informo’ e disse :” voi che non siete ne caldi ne freddi vi vomitero’ dalla mia bocca”.

    Stiamo camminando verso l’Apostasia generale, Profezie che si avverano, in cui i Comandamenti, dal Dito di Dio, vengono abbandonati da varie eretiche teologie di liberazione e la mancanza di far nostro l’adorare e servire Dio.

    Viviamo ora il nuovo paganesimo/ateismo del 2000 di cui i recenti santi Papi ne hanno ampiamente parlato/ informato e catechetizzato la Chiesa in merito a questa apostasia/idolatria di moderna nascita.

    Quanto confuabulare ed arzigoggolare, apertamente e in segreto, vediamo e con l’uso di strumenti sempre piu’ sofisticati e potenti messi in atto dalle forze del male, massoneria e Satana per falsare la Dottrina Cristiana e la Chiesa: dividerla, corromperla, cercare di confonderla, farne commercio o presentarla solo come un bene a fine sociale. (Santo Papa Giovanni Paolo II).

    Concludendo abbiamo “sette” dentro il Corpo mistico di Cristo e la sua Sposa la Chiesa pellegrina su questa Terra (il fumo di Satana e’ entrato nella Chiesa…Beato Papa Paolo VI) che ci mostra quanto mai dobbiamo essere/rimanere vigilianti per non cadere nell’errore in questi tormentosi tempi della Chiesa e per chi vuol rimanere Cristiano praticante.

    Indipendentemente da qualsiasi moderna teologia, realta’ naturale, istrionistica psicologia sociale e le interminabili argomentazioni di logiche umane secondo questo o quel “charlatono/i”, anche se presentate con buone intenzioni, convinciamoci che la stragrende maggioranza di questi “aggiornamenti” sono solo frutto di superbia dell’ego, non voler ubbidire la Legge e l’operare di “falsi profeti” presi dalla vanita’ delle vanita’, dice il santo.

    Cordiali saluti, Paul

  13. Vento in poppa Costanza, come sempre! figa la gonna leopardata, bella la tua pacatezza, la tua fermezza e fortezza nella fede. Sei tutte noi! L’intervistatrice ti ha lasciato molto spazio ma l’ho trovata un po’ dura, purtroppo per lei.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: