Pezzi di orrore

di autori vari

f3

di Federica Paparelli Thistle     per La Croce quotidiano

Se mai vi foste chiesti che faccia ha il male, ho un nome per voi: Deborah Nucatola. Se un po’ avete seguito questa pagina, sapete che Planned Parenthood è la catena di cliniche abortiste più grande d’America, una cosa enorme, un giro d’affari per oltre un miliardo di dollari. La dottoressa Nucatola a Planned Parenthood riveste un incarico di prestigio: è Senior Director of Medical Services, una posizione ai vertici del quartier generale del colosso degli aborti. In questa veste supervisiona le pratiche abortive nelle sedi PP di tutta l’America fin dal 2009 e si occupa anche dell’addestramento dei nuovi arruolati nei ranghi delle cliniche della morte. E da martedì sappiamo anche un nuovo perché.

L’associazione californiana prolife Center For Medical Progress, nel lanciare il suo sito, ha pubblicato martedì un video che riporta l’inimmaginabile: con una telecamera nascosta, le immagini mostrano un pranzo di lavoro in un ristorante di Los Angeles fra la dottoressa Nucatola e due attori, che si sono finti imprenditori nel campo delle biotecnologie e interessati all’acquisto di tessuti fetali. La dottoressa, mentre impassibile pasteggia con un calice di vino rosso in mano, racconta con una noncuranza rivoltante il commercio illegale che Planned Parenthood farebbe di organi e altre parti dei bambini appena abortiti. Il video, emblematicamente intitolato “Capitale umano”, è il risultato di un’azione investigativa durata quasi tre anni da parte dell’associazione non-profit, che – dichiara – è costituita da cittadini giornalisti interessati alla sorveglianza delle pratiche sanitarie. Per questo motivo le immagini girate nel ristorante riportano impressa la data del luglio 2014. Del video esistono due versioni, entrambe pubblicate su YouTube: quella integrale, della durata di più di due ore, e quella sintetica, di circa otto minuti, che qui raccontiamo.f2

Il video si apre con un’intervista del 2000 condotta dai giornalisti della ABC News, nella quale si chiede all’allora CEO di Planned Parenthood, Gloria Feldt, di commentare uno scoop della rete televisiva su un commercio analogo. Si vede la Feldt che si indigna e, dall’alto della sua caratura morale, esclama: “Se c’è reato, che i colpevoli siano consegnati alla giustizia”. Belle parole, indubbiamente. Il video, a commentare direttamente queste affermazioni, riporta alcuni estratti della conversazione con la Nucatola, la quale con orgoglio riporta come siano diventati esperti a Planned Parenthood nel preservare polmoni, fegato e soprattutto il cuore, per il quale, riferisce, c’è un’altissima domanda. E anche gli arti inferiori, ammettendo di non sapere neanche che cosa vogliono farsene gli acquirenti, forse cercano il tessuto muscolare. Con l’ironia tipica di chi sa che te la farà pagare, l’attore commenta: «Certo, dieci centesimi la dozzina».

Peccato che il commercio di parti del corpo umano sia un reato federale, tanto che c’è un’espressa previsione che riguarda proprio il traffico di resti di bambini abortiti, punito con la reclusione fino a 10 anni e/o un’ammenda fino a 500mila dollari. Ce ne informa il filmato subito dopo. Tanto che si resta increduli a guardare le immagini che seguono: una schermata presa dal sito Stemexpress.com, nel quale basta riempire un semplice modulo online per richiedere gli organi (organi!) che si desiderano, con possibilità di scegliere anche la settimana di gestazione del feto. Nel menù a tendina del modulo d’ordine si può leggere una lista impressionante: cervello, cuore, cuore con arterie e vene, polmoni, fegato, fegato e timo, tiroide con paratiroidi, milza, intestino tenue e crasso. Se andate sul sito e siete curiosi di sapere a quale livello può arrivare l’avidità umana, avete anche la possibilità di richiedere l’intero catalogo e vedere alcuni prezzi – si parla di migliaia di dollari. Cioè avevate, non si può più. Il sito ora è in manutenzione. Un caso, certamente.

f1Ma non basta. Il video prosegue: gli attori chiedono alla Nucatola se il fatto di sapere che esiste una specifica richiesta di tessuti cambi qualcosa nella procedura medica dell’aborto – in pratica se Planned Parenthood faccia o meno “aborti su misura”, a seconda delle necessità del cliente, con lo scopo di raccogliere determinati organi. Pare che sia proprio così: infilando la forchetta nell’insalata, la Nucatola risponde che «fa un’enorme differenza: direi che molte persone vogliono il fegato. E per questo motivo la maggioranza dei providers [medici delle cliniche di Planned Parenthood, n.d.r.] eseguono questi casi con l’aiuto dell’ecografo, in modo da sapere dove mettono il forcipe». Per cui è importante per il medico “essere consapevole di dove mette le pinze, tu cerchi intenzionalmente di andare sopra o sotto il torace. Siamo stati molto bravi a ricavare cuore, polmoni, fegato, perché lo sappiamo. Quindi non andrò a schiacciare quella parte, in pratica andrò a schiacciare sotto, o andrò a schiacciare sopra e vedrò se riesco a ottenere il tutto intatto». Difficile dire che cosa sia più osceno, se sia la facilità con cui usa la parola “schiacciare” parlando del corpo di un bambino indifeso o il gusto con cui mangia l’insalata mentre dice queste cose.

Anche se non sembra possibile, la Nucatola aggiunge altro orrore, andando avanti a spiegare come la parte più difficile sia riuscire a mantenere la testa intatta in un aborto. In questi casi il medico cercherà di modificare la posizione in cui si presenta il bambino, perché se è posizionato a testa in giù, la dilatazione all’inizio della procedura medica non è sufficiente per preservare l’integrità del cranio. Per questo motivo l’abortista girerà il bambino in modo da poter effettuare un’estrazione podalica, al termine della quale avrà una dilatazione sufficiente per ottenere il suo scopo. La Nucatola non chiarisce come avvenga l’aborto, cioè in quale momento dell’operazione il medico proceda a uccidere il bambino in questo caso. Il video di Center for Medical Progress inferisce che questa procedura sia identica a quella dell’aborto con nascita parziale, una pratica dichiarata illegale a livello federale nel 2003, particolarmente se e quando diretta al commercio di parti umane. Una norma che è riuscita anche a superare il giudizio di costituzionalità da parte della Corte Suprema (che, a quanto pare, ogni tanto prende anche qualche decisione giusta), seppure con un voto di 5 a 4. In questo tipo di procedura – e se siete impressionabili, scorrete più avanti nella lettura – il medico, dopo aver estratto il corpo del bambino fino al collo, lasciando intenzionalmente la testa all’interno, procede a perforare il cranio e ad estrarne il contenuto con un aspiratore. Se così non facesse, il bambino nascerebbe vivo e ogni ulteriore pratica volta a ucciderlo sarebbe considerata omicidio per la legge.

Che Planned Parenthood si preoccupi delle possibili conseguenze legali di tutto questo emerge nella conversazione nel momento in cui gli attori chiedono se sia possibile trattare l’acquisto dei tessuti direttamente con la sede centrale di Planned Parenthood. La domanda non è peregrina: Planned Parenthood, infatti, per proteggersi da azioni legali federali, obbligherebbe i potenziali acquirenti a rivolgersi alle singole cliniche locali, in modo che, qualora il traffico venisse scoperto, potrebbe sempre sostenere che si tratta della devianza del singolo provider e non una pratica autorizzata dall’azienda. La Nucatola candidamente ammette che, a livello nazionale, la cosa è stata discussa ma gli avvocati di Planned Parenthood vogliono evitare ogni coinvolgimento della sede centrale. «È un problema troppo delicato al momento perché possiamo assumerci la posizione di intermediario”, intendendo fra gli acquirenti e i singoli provider locali. Ma poi aggiunge: «Però vi dirò che, a porte chiuse, queste conversazioni si fanno».

fonte: La Croce quotidiano

34 commenti to “Pezzi di orrore”

  1. Come sempre fiumi di parole dalla confusione dei cervelli bacati dall”iniquita’. Senza illuminazione si cammina nelle tenebre e il frutto delle tenebre e’ la morte: come vediamo. Qualsiasi atto che perpetra la morte di un individuo: dal suo essere embrione o essere umano e’ un assassinio. Scusate, dimenticavo, lo e’ se vi e’ morale, e da dove viene questa morale e chi fa la morale e quale morale va scelta e se questa morale non esiste come si procede? Allora se la morale non esiste, inclusa la legge naturale, si entra nel regno degli animali e cio che avviene fra loro ha completamente un valore non umano: si possono sbranare l’un l’altro tanto sono animali e non sanno di meglio. Molte legislature sono per animali e l’uomo, divento amorale, le trova comode per i sui istinti/egoismi e se ne serve per i sui omicidi. Recentemente la gatta ha avuto dei gattini poi non li ho piu’ visti: probabilmente un altro animale glieli ha mangiati: la legge della giugla. La morale, unica e vera, e mai cambiata, dataci da chi ci ha creato, ha nel manuale una clausola: NON UCCIDERE. Alla fine tutti i nodi verranno al pettine e il Padrone di Casa applichera’ la sua Giustizia a regolare i conti per la nostra prevaricazione morale e perversita’: Non e’ la prima volta che mette a posto i conti. Se non fosse cosi’ allora che Padrone della Vigna sarebbe se non rendesse giustizia anche all’ultimo innocente di cui ci siamo presi l’autorita’ di togliergli il diritto di vivere e che ancor oggi grida: voglio la mia vita. Purtroppo sono aumentati a milioni i Caini? Cordiali saluti, Paul

  2. Sconvolgente vedere la “banalita’ del male” come direbbe Hannah Arendt.
    Questa signora e tutta la combriccola di Planned Parenthood andrebbero radiati dall’ordine dei medici all’istante, perche’ sono atti criminali, questi descritti nel video. Mio Dio, mi chiedo se a questo punto giunga il cuore dell’uomo. Se, anche solo il pensiero, potesse sfiorarmi tangenzialmente, chiedo a Dio di togliermi da questo lavoro e spedirmi diritta a zappare la terra, perche’ la Vita dobbiamo servire e tutta intera e non per denaro.
    Qui non si tratta di errori medici, in cui tutti possiamo incappare, ma di una premeditata intenzionalita’ a compiere il male. La banalita’ del male, appunto.
    Chiedo il ripristino dell’invio di fulmini da parte di Zeus e, che colpiscano anche me, fosse necessario.
    Grazie a chi ha avuto il coraggio di denunciare questi crimini. Grazie a voi Costanza ed Amministratore del Blog che siete tornati: siamo felici!!!

  3. Sono inorridita dalla ferocia umana…mi chiedo a che pro? Povere creature! Mi chiedo le mamme che abortiscono perché permettono ciò? In che direzione stiamo camminando? Lo Spirito Santo illumini i cuori e le menti degli uomini perché possano creare meraviglie, non obbrobri

  4. Non capisco che ci sia di strano.
    Se è lecito vendere la vita perchè dovrebbe esser illecito vendere la morte?
    Se è lecito vendere un bambino, perchè non il suo cadavere o dei pezzi.
    Se tutto ha un prezzo e niente ha un valore …..

  5. Dietro alla faccia, al volto (peraltro sorridente di un sorriso che si potrebbe definire radioso…), della sig.ra Nucatola, stanno un miriade di facce sconosciute… almeno sconosciute ai più.

    Medici (…) che la pratica su descritta (come tante altre ancora) la mettono in atto e se è sconvolgente pensare come si possa parlare di pezzi di corpo umano, di minuscoli corpi umani, come fossero chessò, ortaggi… non so aggettivare l’azione di trapanare un piccolo cranio per poi risucchiarne fuori il cervello!! Ma qualcuno fisicamente lo fa.
    E come in ogni operazione chirurgica che si rispetti, chi opera è attorniato da assistenti, infermieri e chi più ne ha più ne metta.
    Vogliamo parlare delle facce indistinte di chi si occupa “solo” delle pratiche “burocratiche”? Della contabilità, dell’imballaggio, della spedizione?
    Di tutti i funzionari “commerciali”, di chi procura e conclude contratti? Vogliamo parlare degli “acquirenti” (si parliamo anche un po’ degli acquirenti…).
    Vogliamo parlare di chi “investe e ricava” da questa società?
    La lista si allunga un bel po’… diventa un bel gruppo di persone, una piccola cittadina forse… una “società”. Fatte le debite proporzioni numeriche (di coinvolti forse, di omicidi non saprei), non ci allontaniamo di molto dalle responsabilità di “grado minore”, coperte dal classico “non sento, non vedo, non parlo”, di tutti i tempi e che furono del tempo della Shoah o di tanti orrendi stermini che la Storia dell’uomo ha conosciuto (e per i quali, voglio ricordare, moltissimi anche tra coloro che si sono poi eretti a giudici, hanno avuto grandissime responsabilità nell’atteggiamento “della scimmietta”).

    Sebbene non di tutte le singole responsabilità la giustizia terrena a potuto chiedere conto (anzi di ben poche tutto sommato), non sarà così per la Giustizia Divina, per quanto applicata con infinita misericordia…

    Amara “ciliegina” sulla torta, sono pronto a scommettere che tante, tante di quelle rispettabilissime e sorridenti facce che stanno dietro l’altrettanto sorridente faccia della Nucatole, le potremmo ritrovare alla Messa di qual si voglia rito o fanno parte della ristretta cerchia di opulenti “benefattori”, pilastri della Comunità, che usano gli stessi denari lordi di sangue e morte, per “opere di beneficenza” o simili…
    Tipica realtà della ipocrita e puritana società d’America…
    Ma anche qui, non facciamo l’errore di pensare il volto del Male, sia tanto lontano da noi… solo oltreoceano… o che non lo si possa ritrovare un giorno guardandosi allo specchio!
    Magari! riconoscerlo sarebbe già un primo passo…

    • Il segreto di Padre Brown…
      «”Vedete, li avevo assassinati tutti io stesso”, spiegò Padre Brown, “per questo naturalmente, sapevo come erano andate le cose” […] Intendo dire che realmente mi son visto, ho visto me stesso, commettere gli assassinii. […]. Intendo dire che ho pensato e ripensato come un uomo possa diventare così, finché mi resi conto che ero simile a lui, in tutto, eccetto che nella volontà di compiere l’azione finale. […] Io aspetto di essere dentro un assassino, io attendo finché penso i suoi stessi pensieri, e lotto con le sue stesse passioni, finché io mi sono piegato nell’atteggiamento del suo odio che spia e che colpisce, finché io vedo il mondo con i suoi stessi biechi occhi iniettati di sangue…”» (GKC, I racconti di Padre Brown, pag. 597 e segg.).

    • Anche a me, Bariom, erano venute in mente considerazioni similari.

      Le parole e l’atteggiamento della signora Nucatola mi hanno infatti ricordato, per molti versi, i discorsi tenuti da Himmler alla scuola ufficiali delle SS a Bad Tolz.
      La retorica del “ma come è stato possibile?”, che adorna molto sdegno di facciata nelle varie date della memoria, ha una sola risposta: se non lo sappiamo noi…

      Perfino i meschini tentativi di cancellare i segni della colpa, segnalati da Federica nel suo articolo, sono eco di qualcosa che già è stato; e per questo – purtroppo – può e potrà ancora essere.
      Perché, come dice Merlino in Excalibur, “la maledizione degli uomini è che essi dimenticano”.

      Ciao.
      Luigi

  6. …per non parlare delle nostre, di facce!

  7. …ma, abbiate pazienza, che senso vorrebbe averci questa “rivelazione” degli orrori del mondo?
    Che ubi non c’è dio ibi c’è la tenebra?

    p.s. ora che i moscredenti ci vogliono anche propinare la marijuana per farci ingrassare!

  8. …a ogni modo, qui da noi, in Italia, per ora, la interruzione di gravidanza è consentita solo nei primi 90 giorni dal concepimento, ed è, credo, eseguita senza l’uso del forcipe.

    • Dormiamo quindi sonni beati!
      😒

    • perche’, come sanno tutti, la dignita’ umana diventa una caratteristica del feto allo scadere del 90mo giorno di di gravidanza. non un secondo prima, non un secondo dopo.
      quasi fosse l’anima infusa da Dio, il Quale avrebbe comunicato ai nostri legislatori la sua tempistica di conferimento dell’anima.
      dopo di che il feto non puo’ piu’ essere ucciso…
      … a meno che non sia mettiamo caso portatore di sindrome di down o di altre patologie che “mettono in grave pericolo la salute della madre”.

      • “dopo di che il feto non puo’ piu’ essere ucciso”

        La questione VERA infatti è l’aborto, si o no, senza bisogno di orripilanti notizie sulla lobby americana degli aborti.
        Ma quante lobby che c’è!

        • sono d’accordo con te.
          ma non avendo potuto mandare Al Capone in galera perche’ ammazzava le persone, e’ stato comunque meglio che niente mandarcelo per evasione fiscale.

  9. …come sempre, a parte il caldo e la Miriano che scrive la notte (e dorme il giorno?)!

  10. …ma in America si può abortire liberamente anche dopo 90 giorni dal concepimento?
    E per quale ragione (se non di urgenza patologica) una donna aspetterebbe a abortire
    90 giorni? Questo perchè normalmente non c’è bisogno di nessun rigirio del corpicino eccetra di cui si parla sopra…

  11. conoscendo il genere (cosiddetto) umano, e’ gia’ tanto che il prelievo degli organi avvenga dopo la morte e come effetto “collaterale” di un omicidio.
    Non sarei stupito se – come probabilmente accade gia’ ora – il prelievo di organi diventasse la motivazione alla base dell’omicidio stesso. Indipendentemente dall’eta’ dell’ucciso.

    C’e’ un sacco di gente ricca con organi malfunzionanti.

  12. Sapete che vi dico? che l’orrendo Himmler, per lo meno, non era ipocrita. Sembra che provasse disgusto sino al punto di vomitare per quello che faceva, ma nel suo delirio demoniaco pensava di compiere il suo dovere per il bene della razza superiore. Oltre che, certamente, perseguire il potere. Ma il confronto tra il sorriso così accattivante di questa bella donna.e quello che si legge è davvero agghiacciante. Fa paura.

    • Già, anch’io non so com’è esattamente la legislazione americana sull’aborto. Probabilmente la tempistica varierà da stato a stato. Gli USA sono un paese estremamente contraddittorio. A69

  13. Ma non dovrebbe scattare un’azione penale?

  14. “Non potete servire due padroni: o Dio o il Denaro”. Gli orrendi esseri descritti nell’articolo hanno scelto di servire il Denaro o Mammona, o Diavolo che dir si voglia. Sono liberi di farlo come è libero anche Dio di gettarli nella Geenna, quando verrà il loro turno. E verrà, ne siamo certi.
    A meno che non facciano ammenda e implorino il perdono per i loro molteplici e orripilanti peccati: a Te, Signore, Giudice Unico e Misericordioso, il Giudizio.

  15. secondo video di The Center for Medical Progress

  16. Qualcuno può tradurre in italiano?
    Grazie di cuore.

  17. Ma quella vecchietta spennata del video è la stessa persona ritratta qui su in foto?

  18. Pensavo di avere lo stomaco più tosto. Ho trattenuto a stento la nausea. Non c’è dubbio che il male sia su questa terra in mezzo a noi ogni giorno. A chi si ostina a negarlo va tutto il mio affetto,perché essere talmente miopi da non vedere vuol dire o essere davvero dei pervicaci ingenui fuori tempo massimo,o essere talmente corrotti da non avere più coscienza per capire. In entrambi i casi,dolorosamente deprimente.

  19. EMBRIONE ESPRESSO – A TORINO IL PRIMO CASO DI GRAVIDANZA REALIZZATA CON LA FECONDAZIONE ETEROLOGA: IL SEME E’ STATO INVIATO A BARCELLONA PER AGGIRARE LA MANCANZA DI OVOCITI E POI L’EMBRIONE E’ STATO RISPEDITO IN ITALIA

    Gli aspiranti genitori sono una coppia di pazienti del centro privato torinese Livet – In questo caso l’eterologa doveva supplire a un problema di fertilità della donna – Il seme del marito è stato quindi spedito a Barcellona ed è servito a realizzare un embrione insieme all’ovocita di una donatrice. L’embrione è stato rispedito in Italia e reimpiantato nella paziente…

    http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/embrione-espresso-torino-primo-caso-gravidanza-realizzata-105490.htm

    tanto per non farci mancare nulla….

  20. L’ha ribloggato su mammacioccolatae ha commentato:
    Vi prego di leggere questo articolo. Non pensavo che la follia umana arrivasse a tanto.
    La vita è vita dalla prima divisione di cellule.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: