Papa Francesco: “La vita umana è sacra e inviolabile”

11 aprile 2014, dal  discorso di papa Francesco all’udienza con i rappresentanti del Movimento per la Vita

“La vita umana è sacra e inviolabile. Ogni diritto civile poggia sul riconoscimento del primo e fondamentale diritto, quello alla vita […] Oggi dobbiamo dire ‘no a un’economia dell’esclusione e della inequità’. Questa economia uccide… Si considera l’essere umano in se stesso come un bene di consumo; un bene di consumo che si può usare e poi gettare. Abbiamo dato inizio a quella cultura dello ‘scarto’ che, addirittura, viene promossa’. E così viene scartata anche la vita”.

[…]“Occorre pertanto ribadire la più ferma opposizione ad ogni diretto attentato alla vita, specialmente innocente e indifesa, e il nascituro nel seno materno è l’innocente per antonomasia. Ricordiamo le parole del Concilio Vaticano II: ‘La vita, una volta concepita, deve essere protetta con la massima cura; l’aborto e l’infanticidio sono delitti abominevoli’.

[…]“Proteggere la vita con coraggio e amore in tutte le sue fasi. Vi incoraggio a farlo sempre con lo stile della vicinanza, della prossimità: che ogni donna si senta considerata come persona, ascoltata, accolta, accompagnata”.


Testo proveniente dal sito Radio Vaticana 

25 pensieri su “Papa Francesco: “La vita umana è sacra e inviolabile”

  1. admin

    Naturalmente di queste parole non c’è traccia sui siti dei principali organi di informazione.
    Lo ricordi anche chi si lamenta spesso un po’ superficialmente che papa Francesco certe cose “dovrebbe dirle”.

    1. Fecondazione eterologa: Papa Francesco:
      “Opposizione a ogni attentato alla vita”
      Bergoglio risponde alla Corte Costituzionale che ha stabilito che il divieto alla fecondazione eterologa previsto dalla legge 40 è incostituzionale. Incontrando in Vaticano il Movimento per la vita italiano, ha ribadito con parole inequivocabili che “la vita umana è sacra e inviolabile”

      di Francesco Antonio Grana | 11 aprile 2014 [il fatto quotidiano]

      solo un esempio…

      1. …solo un esempio per dire che oggi i giornali hanno riportato (non so se esattamente o no) quello che ha detto il Papa. Anche RAI3, ovviamente, la emittente cattocomunista (cosiddetta) ( ho avuto la ventura di vederne stasera il telegiornale) ha mostrato il Papa e ha riferito quello che ha detto, anche che la “vita umana è sacra e inviolabile”,come sopra.

    1. sara s

      Purtroppo se vogliono – e lo vogliono- ignorano anche quelle dette all’Angelus, mentre a volte se è il (loro) caso, bene sottolineano quelle dette in altre occasioni anche più marginali. Chissà se scriveranno anche quelle di oggi nell’omelia di santa Marta, sul demonio, che “cresce, contagia e si giustifica”(fantastico!) ?
      http://www.tempi.it/papa-francesco-e-le-tre-tentazioni-del-demonio-il-diavolo-ce-il-diavolo-ce-anche-nel-secolo-xxi#.U0fscvl_u5o
      E’ pazzesco, sembra che ci sia un selezione scientifica degli argomenti da dire o non dire!!!

      1. …ma perché mai un giornale sarebbe obbligato a riportare tutto quello che dice (e ridice) il Papa tutti i giorni?
        Solo in Italia (comunque) c’è, invece, quasi tutti i giorni qualche articolo o servizio o intervista sul Papa e i discorsi del Papa e sul Papa.
        Come diceva (di me) una nostra sorella di blog : “Che due cabasisi!”

        1. admin

          Infatti l’informazione qui ce la facciamo da soli scegliendo di pubblicare ciò che viene ignorato, manipolato o stravolto dai media tradizionali.

    2. Fiorella

      OT per Giusi. Oggi hanno diagnosticato a mio figlio adolescente una malattia agli occhi curabile ma per bloccarla dovra’ subire un intervento con il laser in luglio. Tempo fai hai scritto che la tua mamma prega ogni giorno Santa Lucia per la sua vista. Per favore hai una preghiera da suggerirmi che mi butto avanti….Grazie

      1. Giusi

        Cara Fiorella non facciamo altro che pregare per gli occhi: tra mia mamma, mio fratello (andati bene due recenti interventi a tutti e due gli occhi) e due mie care amiche (cisti e cheratocono). Conosciamo tutti i santi della vista Si prega Santa Lucia, San Raffaele Arcangelo e la Beata Vanna (che quest’estate andrò a trovare per ringraziarla, ha fatto 58 miracoli riguardanti la vista).

        http://www.beatavannadacarnaiola.com/page2.php (la preghiera è alla fine)

        PREGHIERA A SAN RAFFAELE ARCANGELO

        Nobilissimo Arcangelo San Raffaele, che dalla Siria alla Media accompagnasti sempre fedele il giovane Tobia, degnati di accompagnare anche me, benchè peccatore, nel pericoloso viaggio che ora sto facendo dal tempo all’eternità.
        Sapientissimo Arcangelo che, camminando presso il fiume Tigri, preservasti il giovane Tobia dal pericolo della morte, insegnandogli la maniera di impadronirsi di quel pesce che lo minacciava, preserva anche l’anima mia dagli assalti di tutto ciò che è peccato.
        Pietosissimo Arcangelo che prodigiosamente ridonasti al cieco Tobia la vista, libera ti prego l’anima mia dalla cecità che l’affligge e la disonora, affinchè, conoscendo le cose nel loro vero aspetto, non mi lasci mai ingannare dalle apparenze, ma cammini sempre sicuro nella via dei divini comandamenti.
        Perfettissimo Arcangelo che stai sempre dinanzi al trono dell’Altissimo, a lodarlo, a benedirlo, a glorificarlo, a servirlo, fà che anch’io non perda mai di vista la divina presenza, affinchè i miei pensieri, le mie parole, le mie opere siano sempre dirette alla Sua gloria ed alla mia santificazione.

        Preghiera a S. Lucia

        O gloriosa S. Lucia, martire della fede e splendore di purezza.

        a te che da secoli sei invocata quale patrona della vista,

        magnifico e giocondo dono di Dio,

        noi ci rivolgiamo fidenti per invocare il tuo patrocinio.

        Fà che non si oscuri mai la luce che guida i nostri passi

        e soprattutto sia illuminata la nostra mente dalla luce della fede.

        Donaci la purezza di cuore che rende degni di vedere Dio

        ed ottienici coraggio e forza per vivere secondo i comandamenti,

        cosicchè imitando il tuo esempio

        meritiamo di godere con te l’eternità beata del cielo.

        Amen.

        Tutti gli interventi sono andati bene ma il caso più clamoroso resta quello di mia mamma la quale non ha cellule pertanto non dovrebbe vedere praticamente nulla ma cammina, ricama, legge e guarda la televisione. A domanda dell’oculista stranito: signora ma come fa? Risponde serafica: prego Santa Lucia! In realtà preghiamo anche gli altri due tutti i giorni. Da oggi aggiungiamo pure il figlio di Fiorella!

        1. Fiorella

          Grazie, che conforto, che amicizia!
          Mio figlio si chiama Gianmaria ha 15 anni, vuole fare il pilota, pero’ è insorto il cheratocono ereditato dal papa’.
          Grazie, mi unisco a voi ogni giorno

  2. Alessandro

    In epoca di indottrinamento scolastico LGBT, molto rilevanti anche queste parole odierne di Papa Francesco:

    “E a questo proposito vorrei manifestare il mio rifiuto per ogni tipo di sperimentazione educativa con i bambini. Con i bambini e i giovani non si può sperimentare. Non sono cavie da laboratorio!
    Gli orrori della manipolazione educativa che abbiamo vissuto nelle grandi dittature genocide del secolo XX non sono spariti; conservano la loro attualità sotto vesti diverse e proposte che, con pretesa di modernità, spingono i bambini e i giovani a camminare sulla strada dittatoriale del “pensiero unico”.
    Mi diceva, poco più di una settimana fa, un grande educatore: “A volte, non si sa se con questi progetti – riferendosi a progetti concreti di educazione – si mandi un bambino a scuola o in un campo di rieducazione”.

    http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2014/04/11/0261/00580.html

  3. cla

    E aggiungerei anche queste parole estremamente chiare su cosa pensi il Papa rispetto alla famiglia:

    «occorre ribadire il diritto dei bambini a crescere in una famiglia, con un papà e una mamma capaci di creare un ambiente idoneo al suo sviluppo e alla sua maturazione affettiva. Continuando a maturare nella relazione, nel confronto con ciò che è la mascolinità e la femminilità di un padre e di una madre, e così preparando la maturità affettiva. Ciò comporta al tempo stesso sostenere il diritto dei genitori all’educazione morale e religiosa dei propri figli>>

  4. Maccabeo

    Meno male che in Italia il Papa faccia ancora così tanta notizia. Vuol dire che la civiltà italiana è ancora sulla breccia, e non è ancora imbarbarita come il nord Europa

    1. Maccabeo

      E quando ci vuole ci vuole. A me urtano quelli che criticano chi si preoccupa di cosa pensi la Chiesa sulla morale, definendolo bigotto. Ma bigotto è chi prega senza mettere in pratica, mentre seguire una morale alta è nobilitare la propria esistenza. Scegliere mete alte è segno di alta civiltà. E l’apprendimento delle virtù è la conoscenza più importante di tutte le altre. Chi preferisce seguire soltanto le proprie passioni, o i propri sentimenti, senza riferimento ad alcuna oggettività, beh, è libero di farlo, ma poi non può comportarsi come “il bue che dice all’asino cornuto”

  5. nadia

    oggi il Papa, con le sue parole, mi ha fatto il più bel regalo di compleanno! ha confermato la verità di quello che sto vivendo: il mio impegno nella manif pour tous e il sostegno al centro di aiuto alla vita della mia città.

I commenti sono chiusi.