IX – Non Credo in qualcuno di generato

di admin @CostanzaMBlog

Berlicche

Compagni dell’oscurità, penso che anche a voi questa storia della generazione non sia mai andata giù.

Altro è la creazione. La creazione è okay per noi. Ti inventi una cosa, la progetti nei particolari, la realizzi. Il risultato è tuo, tutto tuo: non ci sono concessioni, hai il dominio completo. Ciò che è creato è oggetto e non soggetto; è tuo servo, è tuo giocattolo.

E’ anche per questo che, all’inizio, avevamo poche obiezioni sull’Universo. Era una creazione: certo, pieno di difetti tipo la materia, la luce e le altre carabattole che il Nemico-che-sta-Lassù si era messo in testa di ficcarci entro. Ma erano solo deliri di una divinità senescente, non abituata ad avere a che fare con intelletti superiori come quelli di Nostro Padre che sta Quaggiù e di noi stessi.

Mentre la generazione implica un concetto che a noi disturba profondamente: l’amore. Volere il bene di qualcun altro…

View original post 827 altre parole

17 commenti to “IX – Non Credo in qualcuno di generato”

  1. Come commentato da Luca Zacchi, geniale questo post, e tristemente vero, aggiungo io.

  2. O.T.

    «Il Papa non lo si adula e non lo si contesta, lo si segue. Nell’esortazione apostolica non c’è obiezione alla tradizione magisteriale precedente».
    Mons.Luigi Negri

    • I presunti nemici che veramente amano la Chiesa cercano di metterci una pezza ma lui per tutta risposta accantona Muller…….

      http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351305

      • Timeo Danaos et dona ferentes, di certi giornali non mi fido nemmeno quando sembrano sostenere le mie idee

        • Magister non c’entra niente con l’Espresso. Ci scrive solo in qualità di vaticanista. Ogni tanto fanno finta di essere tolleranti come quando Forattini faceva le vignette su Repubblica. Comunque la notizia è presa dal sito del Celam e in ogni caso Bergoglio lo aveva già detto sul volo di ritorno da Lesbo.

      • Preferisco seguire il Vescovo Negri che un paio di giornalisti antipapisti.

        • Vedo che, come al solito, non hai capito niente.

          • Ho capito che “Il Papa non lo si adula e non lo si contesta, lo si segue.”
            Finalmente da qualcuno “la semplicità della Tradizione”.

            • Bravo 7+! Era per inchiodarlo al suo ruolo ma ovviamente se n’è fregato! Chi ama veramente la Chiesa?

            • @Pierre:
              domanda: ma si seguono anche tutti gli altri Papi precedenti (che dicono cose diametralmente opposte a questo) oppure vale soltanto per l’ultimo, perche’ si fa i selfie e ti lascia fare i comodi tuoi in ambito morale?

              • Apperò! Ero rimasto che il Papa attuale non era chiaro nelle sue esternazioni e dava adito a dubbi (che i suoi predecessori non davano). Magari un paio di citazioni delle ‘cose diametralmente opposte’ e di esempi in cui ‘ti lascia fare i comodi tuoi in ambito morale’ rafforzerebbero il discorso.

  3. berlicche:

    “genitum, non factum, consubstantialem Patri;”

    …se ci voi mettere anche l’amore in questa filastrocca, metticelo pure!

    • Non farneticare, parlavo di Negri, di Burke, di Muller…….

      • E non ti permettere di chiamare il Credo filastrocca! Ho frequentato atei ma stupidi come te mai! Non puoi offendere la nostra professione di fede!

  4. …non te ne offendere, filastrocche sono, abbi pazienza

  5. …l’idea ell’amore che governa il mondo dall’alto è propio della filosofia greca e ellenistica (o no?)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: