UN’ORA DI GUARDIA

di admin @CostanzaMBlog

Il Family Day è stato un successo ma c’è ancora tutto da fare. Avanti ancora con l’ora di guarda.

il blog di Costanza Miriano

1ora

Siamo alla battaglia finale sulla legge Cirinnà. Nonostante una piazza che ha espresso chiarissima la volontà di un impressionante numero di cittadini di voler difendere l’istituto naturale del matrimonio, nonostante nel paese anche grazie al nostro lavoro si è diffusa la consapevolezza della grave ingiustizia che la legge legittimerebbe – usare corpi umani come merce, sottrarre ai bambini i loro veri genitori, impedire ai bambini di sapere da dove vengono – quasi tutti i politici con incredibile arroganza e superficialità si riempiono la bocca con parole svuotate di senso come “diritti civili” e cercano di aggirare lo scempio che si preparano a fare cambiando il nome alle cose (“stepchild adoption”, “affido rinforzato”).
La legge salterà la fase della commissione e andrà in aula. Dopo mesi di offensiva su tutti i mezzi di comunicazione cercheranno di ignorare ciò che pensa ancora la maggioranza del paese, cioè che i bambini hanno diritto…

View original post 291 altre parole

2 commenti to “UN’ORA DI GUARDIA”

  1. Siamo in una battaglia molto più grande della legge Cirinnà, siamo in una battaglia per difendere la Fede, per salvare le anime da chi le vuole dannate e perdute per l’eternità. Siamo in una battaglia che non vede protagonisti solo gli uomini, ma le legioni infernali che vogliono perderli. Se vincessimo contro la legge Cirinnà sarebbe tutto a posto? No, di certo, ancora l’aborto è legalizzato, il divorzio pure, ancora le scuole impregnano i cervelli dei nostri figli di falsità e di sconcerie, ancora la maggiornaza dei cattolici non si scandalizza difronte all’apostasia che molti uomini di Chiesa hanno abbracciato, ancora nessun cattolico è disposto a riempire le piazze per dire che la Chiesa non può commemorare un eretico, assassino come Lutero, ancora il popolo non si indigna quando vede messo Gesù alla stregua dei simboli delle false religioni, quando Gesù viene offeso in messe ridicole e spesso blasfeme, quando viene nascoso, coperto e non viene detto il suo salvifico nome per paura di offendere gli eretici, gli scismatici, gli idolatri, gli aguzzini dei cristiani. La battaglia contro la legge Cirinnà non verrà vinta, perchè il popolo di Dio è diventato un popolo apostata, che non sa più parlare con verità, che ama fare inciuci con il mondo per un presunto male minore, per una falsa pace che fa scatenare sempre maggiori guerre. Dobbiamo convertirci o riconvertirci, perchè vengano smantellate le leggi inique. La battaglia si fa sulla verità, è in gioco la Fede forse molti non l’hanno ancora capito. Il 2017, sarebbe bene che i nostri ministri lo ricordassero, è l’anno di Fatima non di Lutero ed è li in quel Cuore Immacolato che deve andare il nostro pensiero, altrochè Lutero. La nostra fede da bar dello sport non può fermare nessuna legge iniquea, nè salvarci le anime, anche se fossimo milioni in piazza, la Fede salda di un solo santo può invece fare miracoli. Dobbiamo salvare la nostra Fede e farci santi, allora smuoveremo le montagne.

  2. la fede non va difesa, va vissuta. o siete pronte a fare nuove crociate e nuove morti?
    fidatevi del senso profondo del vivere e lasciate alla vita la sua intoccabile e sacra libertà-

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: