I cinque linguaggi dell’amore

di admin @CostanzaMBlog

Loc. Bartolomei
Pierluigi Bartolomei diverte e fa riflettere con la messa in scena di un libro che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo,  “I cinque linguaggi dell’amore”, dello psichiatra americano Gary Chapman.

5 Responses to “I cinque linguaggi dell’amore”

  1. Chissa’ poi perche’ il libro di Tobia non sia piu’ che sufficiente per capire cosa sia l’Amore come Dio, che ce lo ha dato in dono, lo vuole e va vissuto secondo lo stato di ognuno. Ma vedi tu a che punto di nemesi filiologica siamo arrivati per far vender libri. Non e’ la prima volta nella storia della civilizzazione umana che si cade nel decadentismo piu’ abbissale. Paul

    • ma perché tutto è sempre così negativo, secondo lei?

      • Signor Thelonious, oh no nessun pessimismo solo fuori strada e di strade ce ne sono per tutti e tutte valide nel rispetto della liberta’. Non seguire la Parola dataci dall’infinita Sapienza di Dio e aggiungere “pennacchini” implica una assistenza diretta del divino… il resto solo sforzi umani che in un modo o l’altro vorrebbero dire/ provare Dio/ Cristo ti diamo una mano per farti comprendere meglio e ampliare la tua dottrina di Redenzione perche’ come ce l’hai data non e’ sufficiente e difficile da capire. Se non sarete semplici come questi fanciulli non entrerete nel regno dei cieli. Corollario: se I fanciulli capiscono la redenzione all’albore della ragione va da se che l’uomo/ donna non ha bisogno di molto per capire la Parola di Dio/Cristo per la propria salvazione se ne e’ interessato: chi ha orecchi d’intendere intenda….tutto il resto viene dal Maligno. Cordiali saluti, Paul

  2. Bellissimo libro. Consigliato anche ai giovani e ai fidanzati, perchè di cercare di capire le differenze dei linguaggi e soprattutto le differenze tra uomini e donne si dovrebbe iniziare presto, e non si dovrebbe smettere mai… strumento utilissimo, peccato abitare lontana! Mi sarei goduta sul serio lo spettacolo!

Trackbacks

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: