Con don Giussani in Terra Santa sulle tracce di Cristo

copertina

di Costanza Miriano

Detengo il record mondiale assoluto di persona alla quale è stato più volte spiegato il conflitto israelo palestinese, invano. Mi impegno, ascolto, ci provo, ma niente. Immaginate dunque in che situazione mi trovo: Luigi Amicone mi ha chiesto di presentare con lui il suo libro Sulle tracce di Cristo”, che ripercorre l’unico viaggio che fece don Giussani in terra Santa, nel 1986, dunque trenta anni fa. So pochissimo di Terra Santa, so pochissimo di Don Giussani, ho letto pochissimo del libro di Amicone perché lo comprerò giovedì alla presentazione (in libreria non c’è, e online non mi sarebbe arrivato in tempo).

Continua a leggere “Con don Giussani in Terra Santa sulle tracce di Cristo”

Sulle tracce di Cristo

gius

Il fatto è che è realmente esistito uno che diceva di essere Dio, nato sotto Augusto, morto sotto Tiberio. O diceva la verità, o era un pazzo bugiardo, ma non si può dire di amare il suo insegnamento non credendo alla sua risurrezione.
Ogni tanto qualcuno parte per la Terra Santa sulle tracce del fatto storico realmente avvenuto. Don Giussani ci andò una sola volta, nel 1986, e il libro  SULLE TRACCE DI CRISTO di Luigi Amicone che racconta il suo viaggio viene ripubblicato oggi, trenta anni dopo.

Ne parleremo giovedì 22 dicembre a Roma, la sera in una parrocchia (san Giovanni Battista De Rossi), alle 14,30 invece a Montecitorio insieme ad Alfredo Mantovano e a me (trafelata post recita natalizia). Siccome si tratta della Camera dei Deputati bisogna dare il nome prima (e non venire in ciabatte e accappatoio alla grande Lebowski). Chi pensa di venire lo scriva qui sotto, nei commenti, per favore. Non serve il curriculum per entrare alla Camera .

Entrata da Via della Missione, 8.

“Guardiamo in faccia l’Europa e cambiamole i connotati”. Un manifesto per tutti. Sottoscrivete

Ho trovato questo manifesto platealmente, pacificamente, evidentemente ragionevole. Ringrazio Luigi Amicone per avermi chiesto di firmarlo tra i nomi di punta, pur non essendo io di CL. Non ne conosco gli sviluppi e le future implicazioni politiche. Semplicemente mi è sembrato giusto, e urgente. Chi vuole, firmi, a favore della vita punto e basta.       C.M.

europa-bandiera-borse-jpeg-crop_display

Luigi Amicone – Pupi Avati – Lodovico Festa – Giorgio Israel – Costanza Miriano

Per non rassegnarsi a un’Europa ava di vita e ideali. Per dire sì al miracolo che salva il mondo comune dalla sua distruzione e no alle nuove schiavitù. Una firma per “rifare” popolo e politica.   CONTINUA SU TEMPI