PADRE ANTONIO MARIA SICARI – La Parola fatta carne nei santi #monasteroWiFi

I file audio e video della catechesi di padre Antonio Maria Sicari del Secondo Capitolo del Monastero Wi-Fi del 20 ottobre 2019, a San paolo fuori le mura a Roma con buona qualità audio.

Continua a leggere “PADRE ANTONIO MARIA SICARI – La Parola fatta carne nei santi #monasteroWiFi”

DON VINCENT NAGLE – La Parola che muore e porta frutto #monasteroWiFi

Ecco i file audio e video della catechesi di don Vincent Nagle del Secondo Capitolo del Monastero Wi-Fi del 20 ottobre 2019, a San paolo fuori le mura a Roma con una qualità audio più intellegibile rispetto allo streaming.

Grazie alla trascrizione di Claudia Rocchetti  pubblichiamo anche il testo della catechesi di Don Vincent.

Continua a leggere “DON VINCENT NAGLE – La Parola che muore e porta frutto #monasteroWiFi”

Ripasso e compiti per le vacanze del #monasteroWiFiu

di Costanza Miriano

“Ma come si fa a iscriversi al monastero wi-fi”?

Siccome ancora continua ad arrivarci qualche domanda come questa, forse può essere il momento per un veloce ripasso, prima di assegnarci i compiti per le vacanze, alla fine dell’anno scolastico, che non è la fine dell’anno liturgico e neanche di quello solare, ma è comunque un cambio di vita per tanti di noi.

Allora, partiamo dai fondamentali: l’idea di vederci con un gruppo di amiche per pregare insieme, è venuta all’ormai famigerata bionda genovese, Monica, al grido di “così veniamo noi, e tu non ti stanchi”, che poi rimarranno le ultime parole famose (alla fine ci siamo stancate tutte tantissimo, e io non ho affatto smesso di viaggiare, ma non importa).

Continua a leggere “Ripasso e compiti per le vacanze del #monasteroWiFiu”

Quello che ho capito della vita spirituale

di Costanza Miriano

Ho trascurato questo blog, negli ultimi mesi. Per una serie di motivi. Alcuni più difficili da dire e da esplorare in poche parole – un momento di confusione nel quale ogni volta che si parla partono le etichette “allora tu sei contro – oppure – allora tu sei a favore del Papa!”, e giù anatemi – altri più semplici: la vita, il lavoro, i figli che crescendo non diventano meno impegnativi, anzi (non devi più giocare a principesse ma spegnere tablet e cercare cellulari nascosti, e io rivoglio il mio vecchio lavoro: ero più simpatica quando giravo per casa cantando con un diadema di plastica in testa). Ma il motivo determinante è che ho scritto un libro e ci ho messo tutte le energie (residue). Continua a leggere “Quello che ho capito della vita spirituale”