Il Vangelo è davvero una mappa del tesoro

di Costanza Miriano

Una delle cose per cui mi manca più il carissimo padre Emidio sono i cazziatoni che mi faceva. Con una libertà, un affetto, una saggezza: da vero padre. A forza di sgridarmi, piano piano mi ha fatto capire alcune cose. E altre le sto capendo adesso, a distanza. Altre ancora, forse, non le capirò mai.

Continua a leggere “Il Vangelo è davvero una mappa del tesoro”

La borsa delle letture estive

di Costanza Miriano

Il momento della partenza per le vacanze per me è una fatica bestiale, si tratta di decidere cosa portare, cosa lasciare, cosa dovrà essere risistemato al ritorno, cosa deve essere corretto. È tempo di bilanci e riepiloghi, di solito passo la notte in bianco a prepararmi per questo distacco dal quotidiano, e a riprogrammarne uno nuovo. Per esempio, cosa portare con me da leggere. Quali libri estrarre dalla pila lunga, interminabile, che temo non finirò prima di morire?

Continua a leggere “La borsa delle letture estive”

Una rosa per Maria

di Costanza Miriano

Credo fermamente che tutta questa vicenda del virus sia un’occasione di conversione, comunque la si pensi sulla malattia, sulla gestione, sulla pressione mediatica che non rende facile mantenere il cuore lieto e nella pace. Mi chiedo continuamente: cosa vuole dirmi il Signore, come permette che mi converta in questa circostanza, qui e adesso?

Continua a leggere “Una rosa per Maria”

Elogio della fatica

di Costanza Miriano
Prova a correre più veloce che puoi per 100 metri. Se non sei giovane e piuttosto allenato probabilmente non andrai alla velocità (16,6 secondi) che tenevano i finalisti dei 10mila a Tokyo. Solo che loro quei 100 metri li hanno fatti per 100 volte di seguito.
Ho visto la finale dei 10mila olimpici con una figlia che fa atletica leggera, e finalmente ho potuto parlare con qualcuno che corre: le dicevo i tempi che stavano tenendo e lei non credeva alle sue orecchie.

Continua a leggere “Elogio della fatica”

Chiamata alla preghiera

di Costanza Miriano

Sono sempre piuttosto esitante all’idea di lanciare novene, catene di preghiera, iniziative collettive, innanzitutto perché ho paura di non essere fedele io per prima all’impegno proposto, e c’è un limite al peso del ghiro che può dormirmi sullo stomaco (e far pregare le persone, far credere che lo faccia anche io, e poi magari non riuscire a mantenere fede fa sì che una bestia di otto chili che mi si accomodi sulla pancia). Seconda cosa, c’è sempre il rischio di esibire la preghiera come un vessillo, e non come un dolce colloquio col Padre, che è un privilegio e la cosa più preziosa che abbiamo. Terzo, andare nel segreto a pregare, è la dritta che ci dà Gesù.

Però.

Continua a leggere “Chiamata alla preghiera”

Caro ministro Speranza vada a vedere Unplanned

di Costanza Miriano

Caro ministro Speranza, visto che lei ha deciso in modo molto invasivo del tempo degli italiani negli ultimi sedici mesi, cioè centinaia di giorni, cioè migliaia di ore, io e moltissimi miei amici le chiediamo in cambio di concedere due ore, due, del suo tempo non a noi, ma al film che ha sconvolto l’America: Unplanned. Visto che lei ha deciso di estendere il periodo di utilizzo della RU486 fino a nove settimane di gestazione e ha deciso che per la pillola dei cinque giorni dopo non serve la ricetta, cosa che non è consentita neppure per un antinfiammatorio, vorrei che lei capisse qualcosa di più del cuore delle donne, e di cosa sia veramente l’aborto. Non gliene faccio una colpa, è laureato in scienze politiche e non sa di medicina, non sa cosa succede davvero quando un bambino viene risucchiato dall’utero materno e fatto in poltiglia, ma davvero lo dico senza polemica: non lo sa nessuno, perché su questo argomento c’è una cortina di silenzio incredibile.

Continua a leggere “Caro ministro Speranza vada a vedere Unplanned”

Cuori Spezzati

di Costanza Miriano

Questo è un libro davvero necessario, quello che mancava, una piccola chiave preziosa per cercare di aprire il cuore, di sfondare quella barriera che sembra inesorabilmente dividere quando si parla di aborto, di comunicare nel modo giusto con le donne che sono tentate dal dire no alla vita, ma soprattutto con quelle che hanno già fatto quel passo.

Continua a leggere “Cuori Spezzati”

Quell’urlo silenzioso che sconvolse il medico abortista

di Costanza Miriano

Questo è un libro esplosivo e prezioso, con un titolo sbagliatissimo. Già, perché quando mi è arrivato a casa La mano di Dio, di Bernard Nathanson, il famoso medico abortista che cambiò opinione, immaginavo di leggere una riflessione sull’aborto dal punto di vista di un credente, che ritiene che la vita, provenendo da Dio, non è a disposizione delle scelte umane. Niente di più falso, rispetto a questo libro. (E la colpa questa volta non è dei traduttori italiani, che di solito deturpano tutti i titoli, soprattutto dei film: in questo caso anche il titolo originale suona così).

Continua a leggere “Quell’urlo silenzioso che sconvolse il medico abortista”

La Chiesa riparte dalle ginocchia.

di Costanza Miriano

Si parla di crisi della Chiesa e di strategie per rilanciare l’evangelizzazione. Non sono in grado di dire se questa crisi ci sia davvero, perché, è vero, le chiese sono svuotate, ma secondo me non sono certo i numeri a misurare “il successo” della fede.

“Che bello, il covid ha accelerato di una decina d’anni un processo che era inevitabile” – mi ha detto, sorprendendomi, un sacerdote molto bravo, che immagino voglia rimanere anonimo. Ci ha aiutati, mi spiegava, a fare più velocemente piazza pulita di un cristianesimo “culturale”, borghese, ereditato e dato per scontato, che invece è sempre più estraneo alla cultura nella quale viviamo immersi.

Continua a leggere “La Chiesa riparte dalle ginocchia.”

Marcia per la Vita 2021

di Costanza Miriano
Quando ancora non avevo scritto niente, ed ero una semplice parrocchiana modello base e per di più di provincia, non sapevo niente dei movimenti, delle correnti, delle divisioni all’interno della Chiesa. Pensavo che ci fosse chi credeva in Gesù, e chi non ci credeva. Punto.

Continua a leggere “Marcia per la Vita 2021”

In tanti con un cuore pieno di desiderio per Dio

di Costanza Miriano

Non bevo alcol (ma magari imparerò), non sniffo, non porto occhiali rosa, eppure a me sembra di vedere intorno a me tanta gente con un cuore pieno di desiderio per Dio, gente che fa seriamente con lui, che, se non lo ha trovato, di sicuro lo cerca di brutto. Il dolore che ci ha toccati tutti, in un modo o nell’altro, forse ha portato, tra i frutti, questa sete di Dio…

Continua a leggere “In tanti con un cuore pieno di desiderio per Dio”

A Villa Borghese per un Rosario

di Costanza Miriano

Purtroppo sono piena di amici iperattivi, ma ogni tanto me ne dimentico, per cui delle volte dico dei sì alla leggera, e poi mi trovo invischiata in cose folli. Tipo quando Monica nell’estate 2018 mi propose di vederci con un po’ di amiche per una giornata di preghiera, e io, mentre pensavo di preparare una crostata per una decina di persone da invitare a casa, mi sono ritrovata con 2200 “confratelli wifi” a San Giovanni in Laterano.

Continua a leggere “A Villa Borghese per un Rosario”

Il passaggio di Padre Emidio

IMG_0741

di Costanza Miriano

Poco fa mentre rispondevo ai messaggi su whatsapp mi è arrivata una notizia succulenta, un bel gossip con cui fare la bella figura dell’insider che sa tutto, e magari buttare un po’ di fango su qualcuno che se lo merita. Ma mi è subito venuta in mente l’immagine di padre Emidio disteso nel suo letto di ospedale: lui non sopportava i pettegolezzi, le cattiverie, le critiche fatte alle spalle. Mi sono presa certe sgridate per questo. Ed era così deciso in questa sua pulizia interiore, così addolorato quando ero cattiva in sua presenza, che mi sono trattenuta. Prima comincia a parlare come farebbe Gesù – diceva – e piano piano incomincerai a pensare come lui, infine a fare come lui, e allora ti sarai convertita. Così ho resistito, e non ho inoltrato il gossip a nessuno.

“Adesso che forse potrebbe lasciarci, è il tempo di mettere in pratica quello che mi ha detto” – ho pensato.

Poco dopo mi è arrivata la notizia: alle 22.45 è morto.

Continua a leggere “Il passaggio di Padre Emidio”

Se non sei mainstream sei di destra

di Costanza Miriano per La Verità

Ogni tanto scopro di essere una giornalista sovranista e di estrema destra. L’ultima volta qualche giorno fa: è sicuro perché l’ho letto sul giornale (cerco di non ridere mentre lo scrivo). Umbria 24 infatti dava notizia di una polemica aperta da Pd Cgil Anpi e Sinistra italiana contro il Comune di Todi, reo di ospitare il festival letterario Todi città del libro, che ha in programma ospiti senza il bollino rosso della sinistra, quindi automaticamente di destra, e tra questi citava me, “autrice del capolavoro letterario Sposati e sii sottomessa” (risata).

Continua a leggere “Se non sei mainstream sei di destra”

Perché tanti tra i miei lettori criticano apertamente il Papa?

IMG_8847

di Costanza Miriano

Siccome nel mondo ci sono cose molto strane (c’è anche gente che non ama pane e salame, per dire), esiste, fra le stranezze degne di nota, fra le prove della mirabile varietà della specie umana, un mio fan club su facebook. Io, potete anche non crederci, non lo vado a guardare mai perché vorrei sotterrarmi dalla vergogna, e quando il mio telefono (animato di vita propria, questo ormai lo so) mi propone qualche post sulla schermata, divento rossa anche se sono sola. Qualche giorno fa però mi è apparso un post che mi chiamava direttamente in causa, così ho dovuto soffermarmi, e davvero ringrazio Maurizio perché mi permette di fare chiarezza su alcuni punti. Ecco la lettera:

Continua a leggere “Perché tanti tra i miei lettori criticano apertamente il Papa?”

La Chiesa non ci amerebbe veramente se non ci dicesse la verità

Immagine 2021-03-25 000412

di Costanza Miriano

Vedo che c’è  un grande agitarsi dalle parti della lobby lgbt, con Padre Martin in testa, in compagnia dei vescovi tedeschi, ma non solo, dopo il pronunciamento della Congregazione per la Dottrina della Fede. Soprattutto un gran rumore di unghie sui vetri, per dimostrare, come tenta di fare padre Piva su Città Nuova (che tristezza, chissà che direbbe Chiara Lubich) che il pronunciamento non ha tanto valore perché il Papa ha “solo dato l’assenso alla pubblicazione, non l’ha ordinata”.

Continua a leggere “La Chiesa non ci amerebbe veramente se non ci dicesse la verità”

Il momento opportuno per la nostra conversione

di Costanza Miriano

Per la mia ben nota (a me stessa) incapacità a dire di no a quasi qualsiasi richiesta, mi sono ritrovata nell’èquipe pastorale di una parrocchia che poi tecnicamente non sarebbe neppure la mia, ma è quella che frequento di più (a parte la domenica, che andiamo a Chiesa Nuova). Qualche giorno fa abbiamo dato una mano a cercare di compilare un questionario che facesse un po’ un ritratto dei punti deboli e di quelli di forza del quartiere, e di come la parrocchia si rapporta ai bisogni. Cioè, mi spiego? Per una volta sono stata chiamata a dare un consiglio, che per una volta non era non richiesto (i consigli non richiesti sono notoriamente la mia specialità)!

Continua a leggere “Il momento opportuno per la nostra conversione”

Quaresima e monastero WiFi

di Costanza Miriano

Quale direzione dare alla nostra quaresima, cioè al cammino verso la conversione che tutti supplichiamo di fare a Pasqua? Ognuno sa a che punto del cammino si trova, e quale sia la sua strada per arrivare alla meta, quello che è certo è che l’obiettivo – mi è sempre più chiaro – un rapporto personale e vivo con Dio, nella persona di Gesù, da vivere “in” questo particolarissimo momento storico, e non “nonostante” questo. Perché questo, precisamente, e solo questo è il tempo che ci è dato per l’incontro.

Continua a leggere “Quaresima e monastero WiFi”