Alfie Evans è morto questa notte

“Il mio gladiatore ha deposto lo scudo e si è guadagnato le ali”. Con questo post pubblicato questa notte su facebook  da Thomas Evans è stata annunciata la morte Alfie Evans  alle 2.30 del 28 aprile 2018.

Nella tarda serata di ieri si erano diffuse notizie (non verificabili dopo la richiesta della famiglia di mantenere il riserbo sulla vicenda) su un aggravamento delle condizioni di Alfie, al quale era stata interrotta la ventilazione lunedì alle 22.17, su ordine del giudice Anthony Hayden.

Per il momento non abbiamo nulla da aggiungere oltre alla cronaca, oltre a quello che è stato detto per tanti giorni, vi lasciamo con questo commento di monsignor Luigi Negri

57 pensieri su “Alfie Evans è morto questa notte

  1. Angela

    Grazie Mons Negri, tutti abbiamo bisogno di parole di sostegno ora, soprattutto per continuare a pregare per sostenere con l’abbraccio invisibile dei cuori oranti mamma Kate e papà Tom e tutta la famiglia di Alfie. Grazie Costanza

  2. Angela

    Avevi il sorriso di chi era gia’ in compagnia degli angeli!
    Lo so che la tua esistenza terrena e’ stata breve ma piu’ intensa e utile di tante altre ma inutile nascondere un certo senso di sconfitta che mi lascia tutta questa vicenda!

  3. Francesca Rossi

    Magari qualcuno lo ha già pensato e chi è stato vicino alla famiglia magari si sta già muovendo, ma io vorrei chiedere la CITTADINANZA ITALIANA PER I GENITORI DI ALFIE, così che possano avere l’opzione, se lo desiderano, di far nascere il fratellino di Alfie in Italia.

  4. Matteo Serena Elia Giosuè Benedetta

    Siamo senza parole io mia moglie e miei figli. Non ci sono parole,resta l’aggrapparsi alla Fede nel Signore Messia Gesù che si è fatto ingoiare dalla morte per poi distruggerla dal di dentro.Aggrappati al Signore che è la nostra unica speranza,Alfie ti gridiamo arrivederci,prega per noi ora che sei davanti al Signore della Vita.Prega per noi perché possa sempre darci la forza nell’essere pronti a difendere custodire ogni vita e a gridare al mondo che la vita è sacra da DIO viene e a DIO ritorna. Ciao piccolo guerriero di DIO, spero per tutti noi arrivederci in paradiso

  5. Anna Maria de Majo

    Ricordo la poesia letta in Chiesa dal nonno di un bimbo morto di leucemia: “Vola, bello di nonno, in Paradiso”

  6. Valeria

    Dritto dritto nel coro degli angeli .. Un giorno ci conosceremo. Piccolo cuore, lasciati coccolare da Dio adesso. Infinite preghiere per la tua mamma e il tuo papà

  7. Chiara

    Ancora una volta la morte non ha vinto ,anche se i signori che l’hanno procurata credono il contrario .Alfie è vivo vicino a Gesù oltre che nei nostri cuori e nelle nostre preghiere. Ora il nostro amore vada ai suoi coraggiosi genitori.

  8. Daniela

    Prego per il piccolo Alfie,certa che lui sia ormai al sicuro tra le braccia del Padre dopo le sofferenze patite;ma prego anche per i suoi “carnefici” perché il Signore perdoni loro quello che hanno commesso e cambi il loro cuore di pietra con un cuore di carne

  9. Valeria

    Aggiungo solo, me ne accorgo ora, che sali al cielo nel giorno del mio onomastico. E la donna Santa di cui indegnamente porto il nome è stata una moglie fedele e una mamma feconda. Invoco la sua protezione sulla tua famiglia. Ciao piccolino ..

  10. admin @CostanzaMBlog

    VOGLIONO PORTARSI VIA IL CORPICINO DI ALFIE

    Secondo quanto comunicatoci attraverso Steadfast onlus ora i medici vogliono portarsi via anche il corpicino di Alfie.
    Tom si è chiuso nella stanza per impedire che si portino via il bambino e con esso le prove. A quanto pare il piccolo sarebbe morto nel corso di un trattamento praticato stanotte dai sanitari dell’ospedale di Liverpool.
    Il padre chiede verità.
    Stiamo presentando un esposto per omicidio alla procura di Roma. Vogliamo che la vicenda della morte di questo nostro concittadino sia pienamente chiarita.
    Perché non ci sia mai più un altro caso come questo.

    1. Io avevo nel cuore questo timore, che non ho voluto esprimere pensando fosse solo una paura inconscia.

      Dio mio che strazio… almeno il corpo di Cristo è stato subito consegnato a chi lo chiedeva.

      1. MARCONI ANNALISA

        Come te, mi sembra un film fantascientifico! Lo stato padrone assoluto! Assurdo eppure esiste!

    2. Alessandro

      Preghiamo per il ravvedimento di questi efferati carnefici, tanto spiritualmente marci da rifutare l’elementare gesto pietoso di rendere, dopo averlo ucciso, le spoglie del figlio ai genitori.

      1. Guendalina d'Alba

        Infatti… persino Achille restituì Ettore a Priamo… padre affranto… L’orrore di questo dolore non ha fine…indegna,mi unisco alla vostra preghiera… Guendalina.

    3. Grazie Costanza …..Perché non ci sia mai più un altro caso come questo.

      Ora Alfie è nelle braccia del Padre, e prega per tutti noi, et donna forza ai suoi cari genitori,e famigliari.

  11. francesco

    Penso che in molti di noi, quando la mamma aveva pubblicato la foto in testa all’articolo, avessero pensato che Alfie fosse a giocare sulle ginocchia di San Pietro e della Mamma Celeste che gli stavano facendo intravvedere quando avrebbe pienamente vissuto di lì a poco: la gloria di Dio.
    Una sola piccola chiosa al commento di Angela delle 10.01: non esistono vite più o meno utili…tutte lo sono! Lo è stata quella di Alfie che ha contribuito a svelare i pensieri di molti cuori ed ha contribuito ad unire tante persone nella buona battaglia, magari risvegliando (me lo auguro) tante coscienze assopite.
    Non lo è neppure quella dei suoi carnefici (medici, giudici ed, ahimé, uomini di Chiesa), che, anche ai più scettici, avrebbero dovuto far capire come il Male, il Nemico, siano fisicamente tra di noi e stiano tentando (mai come in questi tempi) di distruggere l’opera del Creatore…e la loro vita ci dà oltretutto la possibilità di provare a mettere in pratica (con enorme fatica, lo ammetto) quello che è forse il precetto più difficile: quello di amare i nostri nemici e pregare per la loro conversione.

  12. Amos

    E’ brutto dire lo avevo sospettato, ma ora mi chiedo: quale motivo possono aver addotto per indurre i genitori di Alfie a dargli la possibilità di operare questo? Il non concedere il corpo del figlio ai genitori è molto sospetto. Lui è ora in paradiso Martire innocente tra i Martiri innocenti numerosi nella Chiesa Cristiana ma noi che restiamo cosa dovremo vedere ancora?

  13. Mary

    Ciao grande guerriero. ❤❤Sono orgogliosa di far parte della tua armata. Mi hai cambiato la vita. Nn ti dimenticherò.
    Ora però se l ultimo post è vero nn possiamo noi tutti fare causa all ospedale con una Class action? ?
    Nn c è limite al peggio a qnt pare.

  14. David de Castro Pernas

    Sequenza di Pasqua:

    Alla vittima pasquale,
    s’innalzi oggi il sacrificio di lode.
    L’Agnello ha redento il suo gregge,
    l’Innocente ha riconciliato
    noi peccatori col Padre.

    Morte e Vita si sono affrontate
    in un prodigioso duello.
    Il Signore della vita era morto;
    ma ora, vivo, trionfa.

    «Raccontaci, Maria:
    che hai visto sulla via?».
    «La tomba del Cristo vivente,
    la gloria del Cristo risorto,
    e gli angeli suoi testimoni,
    il sudario e le sue vesti.
    Cristo, mia speranza, è risorto:
    precede i suoi in Galilea».

    Sì, ne siamo certi:
    Cristo è davvero risorto.
    Tu, Re vittorioso,
    abbi pietà di noi.

  15. Cristina Biancardi

    Ciao bellissimo piccolo gladiatore. Ora che hai le ali prega tanto per i tuoi coraggiosi e straziati papà e mamma.
    Consolatrix afflictorum ora pro nobis
    Cristiana

  16. Giulia

    Abbiamo molto pregato per lui. Ora lui pregherà per noi. Certamente Gesù Bambino gli concederà potere di intercessione, soprattutto nei confronti dei disabili cronici e lungodegenti, che ormai sono a rischio di ogni follia eugenetica, e intercederà anche per noi genitori, fratelli, nonni, zii… che opponiamo ancora il Vangelo di Cristo alla cultura di morte che ci sta soffocando. “Non uccidere”, dice la Parola.

  17. Enrico Turomar

    C’è un po’ di confusione, io non avevo seguito i tweets stamattina ma all’avvocato Pillon le notizie girate qua da admin le aveva date Steadfast. Ora la medesima gira quanto postato da Sarah Evans, che cioè Tom non è barricato (ma non dice nulla sul corpo di Alfie e su cosa sia successo questa notte)

  18. Credo che sia prudente in un momento come questo, peraltro già umanamente abbastanza triste, non farsi prendere da qualunque vento di informazione o pseudo-informazione arrivi (soprattutto dopo che i “riflettori” si erano già spenti come da richiesta di Thomas).
    Come anche riportava @Fabrizio qui: https://costanzamiriano.com/2018/04/28/il-ritorno-dei-reparti-speciali-infantili/#comment-137019

    Astenersi da lanciare anatemi, invocare l’Ira di Dio o applicare (non si sa esattamente neppure a chi) epiteti di ogni genere.
    Non è difficile farsi venire solo un attacco di bile o trascendere in un comportamento che non ha nulla di Cristiano.

    Non disperdiamo la commozione e le preghiere (che come Cristo ci ha insegnato, debbono contemplare anche coloro che il male compiono) che la salita al Cielo di Alfie ci ha regalato.

    E’ già lui che sta pregando per noi, non rendiamo vana la sua intercessione che non può che chiedere la nostra e l’altrui conversione.

    A tempo debito:

    Non fatevi giustizia da voi stessi, carissimi, ma lasciate fare all’ira divina. Sta scritto infatti: A me la vendetta, sono io che ricambierò, dice il Signore. (Romani 12,19)

    Mia sarà la vendetta e il castigo,
    quando vacillerà il loro piede!
    Sì, vicino è il giorno della loro rovina
    e il loro destino si affretta a venire. (Deuteronomio 32,35)

    1. francesco

      certo certo, evitiamo i polveroni.
      mai come ora è necessario discernere (accogliere e accompagnare).

  19. admin @CostanzaMBlog

    Dopo aver pregato “per” Alfie, stasera, ancora dalle 22 alle 22.30 in piazza San Pietro, pregheremo “con” Alfie per i suoi genitori e per la conversione dei nostri cuori. La diretta streaming sarà disponibile sul canale Facebook di Pierluigi Bartolomei.

  20. Shoesen

    Il profilo facebook di Pierluigi Bartolomei non è pubblico (a meno che io non abbia cercato male). Potete suggerirmi un modo per seguire la diretta streaming? Grazie e scusate per l’insistenza

  21. Emanuele

    Voglio lanciare un idea che io stesso credo sia folle!

    Alfie dovrebbe diventare Santo (sì, già lo è presso Dio, intendo la proclamazione della Chiesa). Esistono numerosi santi bambini, anche poco più che lattanti. Per lo più si tratta di martiri.

    Il piccolo Alfie è senza dubbio martire poiché la sua soppressione è stata compiuta in odio a Dio, Signore della vita, ed alla sua Chiesa. Fosse solo per le preghiere (e sono convinto conversioni) che il piccolo ha saputo suscitare, meriterebbe che gli si rendesse culto.

    Nuovamente sta all'”Esercito di Alfie” tentare questa impresa “folle”. Tante preghiere di intercessione, tante messe in suffragio, specialmente nelle ricorrenze della sua salita al Cielo. Inoltre, raccogliere testimonianze di conversione o riconciliare legate a questa vicenda.

    Se non ci dimentichiamo di lui, lui non si dimenticherà di noi. Dio ha già mostrato in lui la sua gloria nella sua breve vita. È giusto che la sua gloria si manifesti completamente.

    Un santo come Alfie sarebbe un dono bellissimo dal Cielo in un periodo in cui la vita nascente e debole è così calpestata. Abbiamo implorato un miracolo per Alfie, ora affidiamo ad Alfie i bimbi malati, in procinto di essere abortiti, quelli soppressi negli ospedali all’insaputa dei media. Non esitiamo a chiedere il miracolo.

    Scusate nuovamente per la mia follia… Spero di non avere urtato nessuno.

      1. Emanuele

        Le beatificazioni nascono sempre dal popolo. Non sono questioni burocratiche, ma questioni di fede. Nell’antichità vi era la santificazione “a furor di popolo”. Padre Bellon da una bella spiegazione della legittimità di tali proclamazioni.
        https://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=346

        Anche quando morì San Giovanni Paolo II il popolo fu determinante per la causa di santificazione. Ricordate il coro il piazza San Pietro, Santo subito?

        Quindi sta a noi che abbiamo capito la gravità del problema ed abbiamo vissuto in prima persona le grazie che questo bimbo ha saputo suscitare smuovere gli ingranaggi. O dobbiamo aspettare che si muovano il Vescovo di Liverpool o il Primate di Inghilterra, come da prassi?

        Se crediamo e desideriamo questo grande dono sta a noi farci avanti. Poi ci sarà anche la parte burocratica.

        1. @emanuele

          È come dici: ma “nascono” a furor di popolo (e in questo furore mi ci metto anch’io), poi hanno necessità di essere completate dalle autorità competenti. Il motivo per cui è necessario procedere sempre con grande cautela è piuttosto semplice: la Chiesa non è una democrazia ed è fondamentale il suo ruolo docente. Per questo, certamente è corretto parlare di “burocrazia” perché ci sono anche passaggi di questo tipo, ma la canonizzazione in definitiva è parte fondamentale del suo ruolo docente. Poi c’è il “popolo di Dio” e “il popolo” che va per i fatti suoi; è necessario che ci siano criteri oggettivi per evitare che non ci siano abusi. Per fare un solo esempio: immaginati quante canonizzazioni di eretici potrebbero nascere oggi “a furor di popolo”.

          Non solo: è necessario che ci sia un processo ufficiale anche perché la verità sulla storia di Alfie sia onorata senza ambiguità. Vedi che in questo momento arrivano già dichiarazioni su vari fronti intesi a “sopire e troncare”; ah, la vicenda è stata dolorosa, ha toccato tutti, ma alla fine non si poteva fare diversamente; dall’alto non arrivano condanne né per i carnefici né per i loro complici. Un bambino che muore di malattia incurabile non è certo né un santo né un martire. Perché sia santo e martire deve essere stato ucciso e deve esserci stato odium fidei. Come “popolo di Dio” ce ne siamo resi conto; ma dobbiamo anche pretendere che questo sia proclamato.

          1. Emanuele

            L’articolo di Zambrano che hai linkato mi pare molto esplicito. L’odium fidei è palese. Basterebbe poi leggere un po’ di stampa “progressista” (tipo Micromega) per capire l’interpretazione dei fatti: Alfie è stata la vittima sacrificale contro la Chiesa cattolica che difende la vita ad oltranza.

            Leggi ad esempio questi pezzi di Murgia e Maiorana:
            http://temi.repubblica.it/micromega-online/ora-tutti-giocano-sulla-vita-di-alfie/

            Quello di Alfie è un sacrificio umano bello e buono ai nuovi dei dell’efficientissimo e cultura dello scarto.

            1. @emanuele
              Evidentemente io, te e Zambrano siamo d’accordo. Ma non siamo parte della Chiesa docente. Stanno girando abbondanti ricostruzioni in senso “vatuttobenista” (è il destino cinico e baro, ognuno ha fatto quello che riteneva giusto) o, peggio, che ribaltano il senso delle cose (noi siamo i fanatici ideologizzati). Finché rimaniamo così, non cambia niente: ognuno si tiene le proprie opinioni. Dobbiamo invece lavorare perché ne esca – almeno all’interno della Chiesa – un insegnamento chiaro ed incontestabile.

              1. Emanuele

                E allora ripeto: sta tutto nelle mani dell’ “esercito di Alfie”. Preghiere, tante preghiere, richieste di intercessione, messe di suffragio.

                Davanti al miracolo la Chiesa potrà solo approvare. Sta a noi.

    1. marcella

      colgo con immensa gioia il fatto che anche tu voglia dare un seguito a tutto quel che abbiamo pregato…

  22. roberto

    quando alla regina Elisabetta, avendo più di 90 anni,gli arriverà una malattia incurabile cosa gli faranno?Gli staccano la spina o la cureranno con amore?

    1. Shoesen

      Me lo spiegate come si fa ad avere pietà? Come si fa a pregare per la loro salvezza? Sono pietrificata…. Non riesco neanche più a piangere. Vanno fermati e come scriveva qualcuno esorcizzati. Scusate lo sfogo. L’unica cosa che riesco a fare stasera è pregare per i poveri genitori di Alfie perché riescano con la loro fede a non lasciarsi sopraffare dal dolore ed a combattere questa dura battaglia per scongiurare altre morti ingiuste.

  23. Angela

    E’ da gg che ho il cuore in tumulto. Purtroppo mi aspettavo una notizia del genere e penso che, essendo l’autrice degna di assoluta fiducia, c’è da aver paura per la melma che comincia a coprire ogni cosa. Penso con immenso dolore al povero Thomas, che dopo aver lottato in modo immane, distrutto dalla fatica, si è visto beffato non appena ha abbandonato per poco la stanza di Alfie. Io chiederei tramite questo blog, se Costanza autorizza, se è possibile sapere se ci sono delle persone di riferimento per le varie città, per organizzarsi per andare a Roma il 12 maggio. Io sono sola, sono di Bergamo.

I commenti sono chiusi.