Del Giudice e di altri giudizi

Molti lo avranno già  letto ma  questo commento di Cyrano al post di ieri meritava la vetrina.

di Cyrano

Chiunque osasse darmi del martiniano conoscerebbe immediatamente il mio lato più ottuso e meno aperto al dialogo, e resterebbe così smentito dalla mia sfrontatezza unita alla sua ottusità. Sì, perché il primo motivo per cui non potrei dirmi martiniano (ammesso e non concesso che io aspiri ad altro titolo che “cristiano”) è che Martini non fu sfrontato, né ottuso. Fu, al contrario, intelligente e umile, paziente e audace, e queste qualità sono frutto dello Spirito. Continua a leggere “Del Giudice e di altri giudizi”

A proposito di Martini

di Costanza Miriano

Sono molto sollevata dal fatto di non essere Papa. Non tanto perché il bianco non mi dona (e credo che anche andare a correre in pantaloncini sarebbe un po’ più complicato), né per la quantità enorme di lavoro che mi toccherebbe. Soprattutto credo che sia un peso gigantesco la responsabilità. Essere la pietra sulla quale si fonda qualcosa su cui le porte degli inferi proveranno a prevalere deve davvero far tremare le ginocchia, anche se si confida umilmente nella grazia. Continua a leggere “A proposito di Martini”