Novena di Natale, 3° giorno: BENINO, IL PASTORE ADDORMENTATO. Ore 22.00 con don Pietro Cesena

18 dicembre 2020

Novena di Natale, 3° giorno: BENINO, Il pastore addormentato

Live streaming dalle ore 22.00 con don Pietro Cesena

Continua a leggere “Novena di Natale, 3° giorno: BENINO, IL PASTORE ADDORMENTATO. Ore 22.00 con don Pietro Cesena”

Veloce ripasso del Monastero wi-fi e proposta per la Novena di Natale (streaming da questa sera!)

di Costanza Miriano

Tante persone ci stanno offrendo aiuto per questo Natale, perché vorrebbero condividere qualcosa con chi ne ha davvero bisogno, con la certezza che arrivi a destinazione: il metodo che abbiamo trovato – dare direttamente l’Iban delle famiglie bisognose – è una via, non l’unica, certo, ma una di quelle sicure, per far arrivare proprio a chi sta chiedendo un piccolo sollievo in questo momento economicamente davvero difficilissimo per tante, tante persone.

Ma, mi chiede ogni tanto qualcuno, che c’entra questo, col monastero wi-fi, e soprattutto, cosa è il monastero?

Allora, cercherei di fare un veloce riepilogo.

Continua a leggere “Veloce ripasso del Monastero wi-fi e proposta per la Novena di Natale (streaming da questa sera!)”

L’inferno è pieno di tristezza. Cinque Passi in streaming

Sabato 19 Dicembre alle 16.00 il secondo dei Cinque Passi di quest’anno, in streaming dalla Chiesa Nuova!
Un incontro sulla fede e sul buonumore!
Iscrivetevi al canale Youtube di

Oratorium per seguirlo in diretta

Continua a leggere “L’inferno è pieno di tristezza. Cinque Passi in streaming”

Aprire gli occhi su quello che Lui è venuto a dirci

di Costanza Miriano

Questo è uno di quei rari libri che, mentre non hai ancora finito di leggerli, già ti si palesano davanti agli occhi i volti delle dodicimila persone a cui lo vorresti regalare. A me capita molto raramente, per fortuna (se no sarei sul lastrico): a parte la Bibbia, mi era successo con Il mistero della donna, che ero andata a comprare in tutte le librerie di Perugia e Roma, rastrellando le ultime copie prima che uscisse di catalogo, e regalandolo a tutte le mie amiche, compresa la mia copia (adesso ripubblicato da Berica edizioni). Il fatto è che quando hai una buona notizia ti viene da andare in giro per farla sapere a tutti, gridando a squarciagola come Fidippide che corre ad Atene per annunciare la vittoria (e poi schiattare, ma va be’).

Continua a leggere “Aprire gli occhi su quello che Lui è venuto a dirci”

Sacro Manto a San Giuseppe per un anno!

di Costanza Miriano

Vorrei scrivere qualcosa di originale e speciale su san Giuseppe, ma non so cos’altro aggiungere a questa pioggia di grazia che è l’istituzione dell’anno giuseppino annunciata il giorno dell’Immacolata dal Papa, fino all’8 dicembre 2021, per chiedere a questo padre una speciale protezione alla Chiesa e a tutto il mondo, e per chiedergli di aiutarci nella nostra conversione. Tutto quello che c’è da dire è nella lettera del Papa (che linkiamo qui), e le “istruzioni” per le indulgenze sono in questo documento della Penitenzieria Apostolica.

Continua a leggere “Sacro Manto a San Giuseppe per un anno!”

Il Natale deve andarsene

di G.K. Chesterton*
Il Natale è assolutamente inadatto al mondo moderno. Presuppone la possibilità che le famiglie siano unite, o si riuniscano, e persino che gli uomini e le donne che si sono scelti si parlino. Così, migliaia di spiriti giovani e avventurosi, pronti ad affrontare i fatti della vita umana e a incontrare la vasta varietà di uomini e donne come sono realmente, altrettanto pronti a volare fino ai confini della terra e a tollerare ogni qualità stravagante o accidentale dei cannibali o degli adoratori del demonio, sono crudelmente obbligati ad affrontare un’ora – no: talvolta persino due ore! – in compagnia di uno zio Giorgio o di qualche zia di Cheltenham che non trovano particolarmente simpatici.

Continua a leggere “Il Natale deve andarsene”

Le pagine delle nostre vite

di Costanza Miriano

Vorrei intitolare questo post “libri di amiche che mi hanno stupito”. Anzi, più precisamente “libri belli di amiche conosciute su Facebook che poi sono diventate amiche in carne ed ossa e che mi hanno confermato che, nonostante le perdite di tempo e le polemiche inutili i social sono una cosa bella”. So che il severo admin boccerà il mio titolo, ma io ci terrei a ricordare che grazie alla rete ho incontrato persone meravigliose. È vero che il tanto vituperato algoritmo ci dà l’illusione di vivere in un mondo che non esiste, dove tutti la pensano come te, ed è vero che questo mondo non esiste, però grazie all’algoritmo ho incontrato Giuliana Zimucci.

Continua a leggere “Le pagine delle nostre vite”

Finiamo il Sacro Manto con un digiuno

di Costanza Miriano

Quando sullo schermo compare il nome della mia amica bionda, Monica, già lo so: non devo rispondere. Mi trascinerà in qualcosa di faticosissimo, mi proporrà un’idea pazza, o minimo qualcosa di scomodo o folle, mi sottoporrà una situazione difficilissima da risolvere, un mucchio di soldi da trovare per qualcuno, e io dovrò cominciare a chiedere a destra e a manca, che prima o poi finirà che la gente mi evita. Mi conviene dire che sono impegnatissima, che sto eseguendo un’operazione a cuore aperto, mettendo a punto un vaccino, traducendo la Summa Theologiae in cinese. Però niente, non resisto. Rispondo sempre. Anche perché di solito al massimo sto correggendo delle frasi di greco o mettendo il rosmarino dentro un pollo (che comunque un po’ somiglia a un’operazione chirurgica, dai). La sventurata rispose.

Continua a leggere “Finiamo il Sacro Manto con un digiuno”

“Gesù, pensaci tu”

 

di Costanza Miriano

Qualche tempo fa una carissima amica mi ha chiesto quale frase avrei scelto se ne dovessi avere una sempre sotto gli occhi. Senza pensarci troppo le ho risposto “Gesù, pensaci tu”, il ritornello dell’atto di abbandono di Don Dolindo Ruotolo. Siccome è una suora e con le consorelle gestisce una scuola (una delle più belle mai viste, a Genova, quella delle figlie di San Giuseppe) ho pensato che stesse preparando uno striscione per i bambini, qualcosa per una recita o roba del genere, e la frase mi è salita alla bocca senza pensarci un secondo, poi ho dimenticato la domanda.

Continua a leggere ““Gesù, pensaci tu””

Chi va piano… Cinque passi al mistero.

Chi di noi quest’anno non ha dovuto cambiare ritmo, rallentando certi aspetti della propria vita, accelerandone altri? Io per esempio ho scoperto che il pranzo e la cena quando stai sempre a casa sono vicinissimi, non fai in tempo a sparecchiare e sistemare che devi riaccendere il forno, e poi che avere lo spazio per la preghiera non significa automaticamente che riuscirai a raccoglierti, tanto per dire le prime due cose che mi vengono in mente di questo tempo così nuovo. Eppure, il tempo e lo spazio che ci sono dati da vivere sono esattamente il luogo e il momento in cui possiamo incontrare Dio, questo è certo. Il tempo in cui viviamo non è un errore.
Di lentezza e velocità parlerà il primo dei cinque passi di quest’anno, che ricominciano sabato prossimo, e che vista la situazione saranno online in diretta, non più il venerdì sera ma il sabato pomeriggio.
Per chi abita fuori Roma e di solito non poteva venire (e doveva aspettare maggio per poter riascoltare i files, e solo in audio), una bella notizia: il link per seguire:

Sabato 21 novembre ore 16

Continua a leggere “Chi va piano… Cinque passi al mistero.”