ATTO DI CONSACRAZIONE AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

In quest’ora l’umanità, sfinita e stravolta, sta sotto la croce con te. E ha bisogno di affidarsi a te, di consacrarsi a Cristo attraverso di te. Il popolo ucraino e il popolo russo, che ti venerano con amore, ricorrono a te…”. È uno dei passaggi centrali della preghiera che dopodomani il Papa leverà per consacrare e affidare l’umanità e specialmente la Russia e l’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria. Francesco la pronuncerà al termine della liturgia della penitenza nella basilica di San Pietro, nel pomeriggio di venerdì 25 marzo, festa dell’Annunciazione. La liturgia avrà inizio alle ore 17 (ora di Roma), mentre la consacrazione avverrà attorno alle 18.30.
Ecco il testo integrale della preghiera:

Continua a leggere “ATTO DI CONSACRAZIONE AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA”

Via Crucis -Il dono più prezioso

di Costanza Miriano

Il mio, il nostro caro padre Emidio, diceva spesso che, sebbene la passione di Cristo sia il centro della nostra fede, sia strano che la Chiesa ce la proponga solamente la domenica delle Palme, e il venerdì santo. Mano a mano che mi affeziono alla Via Crucis, capisco cosa intendesse. Ovviamente il problema non è della Chiesa, che ogni giorno nel sacrificio eucaristico ci ricorda la morte e la risurrezione di Gesù. Il problema è della nostra fede.

Continua a leggere “Via Crucis -Il dono più prezioso”

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (…) #monasteroWiFi

CATECHESI 7 FEBBRAIO 2022 Battistero di S.Giovanni – MonasteroWiFi

di Don Giuseppe Falabella

C’è un’espressione nel Catechismo, che già avete incontrato nei precedenti incontri, che parla della preghiera preghiera in questi termini:

«una relazione viva e personale con il Dio vivo e vero».

Si tratta del n. 2558 del CCC in apertura della IV parte dedicata al tema della Preghiera su cui vi siete già soffermati  nei 3 incontri precedenti

Mi sembra una sintesi molto bella ed efficace dalla quale riprendere le fila del discorso:

  • da un lato, infatti, la preghiera è già relazione: avviene in forza di una relazione con Dio con il quale si tratta ora di entrare in dialogo. Questo aspetto lo avete già affrontato e credo che con don Pierangelo abbiate già fatto un excursus sulla Scrittura, su come il tema della preghiera riaffiori attraverso i diversi testi e le vicende narrate tra l’Antico e il Nuovo Testamento;
  • si tratta di una relazione viva, in forza di un incontro che accade nell’oggi: è nel presente, nell’oggi della mia vita che incontro il Signore Vivo e Vero;

Continua a leggere “Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (…) #monasteroWiFi”

Chi prega tiene le proprie mani sul timone della storia

di Costanza Miriano
Ho cominciato a scrivere queste poche righe ormai una decina di volte. Abbiamo una sensibilità così accesa dopo questi due anni di prova, una stanchezza così radicata, che ormai – non so se pare anche a voi – mi sembra non ci sia quasi argomento sul quale si riesca a non dividersi.
Ma siccome il segno di riconoscimento che Gesù ha stabilito per i suoi è l’unità, vorrei scrivere il meno possibile sui fatti che stanno avvenendo intorno a noi.

Continua a leggere “Chi prega tiene le proprie mani sul timone della storia”

Se Dio vuole – Un passo sulla Divina Provvidenza

E’ con grande gioia che vi annunciamo il quarto dei Cinque Passi al Mistero di quest’anno in cui si parlerà del mistero della Divina Provvidenza e di come si manifesta nella nostra vita, ogni giorno.
L’incontro è alle 16 a Chiesa Nuova  Sabato 26 Febbraio 2022 alle ore 16:00!
Come ormai di consueto, per partecipare è sufficiente, iscriversi al Canale YouTube di Oratorium cliccando sul seguente link – https://bit.ly/OratoriumYT e potrete visualizzare il video in diretta.
PS: vi ricordiamo che il quinto passo sarà sabato 26 marzo 2022

Continua a leggere “Se Dio vuole – Un passo sulla Divina Provvidenza”

Vi racconto Gilda

IMG-20220223-WA0036
Grazie alla mia amica Elena di Torino ho avuto la grazia di incontrare la storia di Gilda negli ultimi mesi, la sua mamma è una “consorella” wifi, e tanti di noi hanno pregato per questa bellissima ragazza, che a sedici anni ha scoperto di avere un tumore. Vorrei condividere con voi la sua storia, un segno che se sei cristiano, se vivi con Cristo, lui trasforma ogni cosa, la trasfigura davvero, e la croce da “sfiga” diventa il luogo dove incontrarlo. Cara Gilda, prega per noi, e salutaci David Buggi e i tanti ragazzi che brillano come voi per avere accettato con mansuetudine la propria storia.
 
***

Gilda nasce a Torino il 13 aprile del 2004. Trascorre una vita normale crescendo in intelligenza e forza con un carattere marcato sin da piccola da una forza e una determinazione straordinaria che le hanno consentito di farsi sempre spazio senza chiedere aiuto a nessuno. La sua straordinaria voglia di vivere in mezzo agli altri ha fatto sì che lei fosse sempre circondata da amiche e amici che hanno riconosciuto in lei una persona che sapeva come affrontare i problemi e risolverli.

Continua a leggere “Vi racconto Gilda”

Chiediamo che finisca l’epidemia dell’odio

di Costanza Miriano

Qualche giorno fa ho fatto un’intervista al parroco di Santa Maria in Portico in Campitelli, e ho scoperto un’altra delle meraviglie sconosciute di Roma. Mea culpa. Ci passo spesso davanti correndo quando faccio “il giro del centro”, ma sono sempre impresentabile, sudata, ben che vada (spesso in pantaloncini e canottiera) e poi non ci si ferma mai correndo, se non in caso di decesso, proprio o altrui (una volta ho rialzato una vecchietta caduta, una volta un motociclista, ma appena arrivato qualcun altro mi sono volatilizzata).

Continua a leggere “Chiediamo che finisca l’epidemia dell’odio”

La nostra formazione alla preghiera è per Grazia

Trascrizione catechesi 3 gennaio 2022 all’incontro mensile del Monastero WiFi di Roma.

Vi ricordo che lunedì 7 alle 20:30 ci sarà l’incontro di febbraio al Battistero di San Giovanni in Laterano con don Giuseppe Falabella.

di Madre Elena Francesca

La preghiera del tempo della Chiesa è la nostra preghiera di oggi. Di noi che abbiamo ricevuto il dono del battesimo, credo di tutti noi che siamo qua o che vogliamo riceverlo se qualcuno ci fosse di non battezzato.
Quindi siamo popolo di Dio che cammina nella storia con un capo che è Cristo Signore.
La nostra storia di Chiesa di oggi però è stata preparata da millenni di cammino ed è bello che questo forse lo avete un pochino ascoltato negli incontri precedenti. Questo penso ci da molta forza. Ci da molta fiducia sapere che siamo stati preceduti da un fiume di preghiera e che ci immettiamo in questo fiume di preghiera che nasce millenni fa.

Continua a leggere “La nostra formazione alla preghiera è per Grazia”

In scienza e coscienza

Un lettore ci scrive:

Carissima Costanza, mosso dalla lettura del tuo ultimo articolo sul blog, da medico vaccinatore e vaccinato ma non più vaccinando, desidero condividere con te il mio pensiero e la mia posizione, sperando di farti piacere e di darti qualche beneficio.
Un fraterno saluto
Roberto

Roberto ha autorizzato la pubblicazione.

***

IN SCIENZA E COSCIENZA

di Roberto Festa

In due interventi precedenti, proprio all’inizio della diffusione dei vaccini anti-sars-cov-2 (gennaio 2021), ho esposto il mio punto di vista e ho manifestato le ragioni della mia scelta di allora, sia focalizzandomi sull’aspetto cruciale del materiale biologico di derivazione abortiva,  sia in termini generali  , anche condividendo la dichiarazione che ho PERSONALMENTE utilizzato per la mia vaccinazione, avvenuta tra il 6 e il 27 gennaio, quale PRESUPPOSTO DI LICEITA’ MORALE ALL’USO DI VACCINI.

Continua a leggere “In scienza e coscienza”

Etica e vaccini, post scriptum

di Costanza Miriano
Molte persone che si occupano di bioetica mi hanno corretto più o meno (soprattutto meno) fraternamente su come l’utilizzo degli embrioni umani venga coinvolto nella produzione di vaccini. Tutti a puntualizzare che il coinvolgimento è remotissimo issimo (ma allora perché secondo il Papa solleva problemi di coscienza?) e che comunque avviene per tutta la produzione farmaceutica e oltre. Sicuramente io non so nulla di questo, e neanche sono entrata nel merito della sicurezza ed efficacia dei vaccini. Io ho però riportato l’appello della Chiesa a trovare vie di produzione dei vaccini che non sollevino problemi di coscienza. Questo appello c’è, ed è rimasto inascoltato, a quanto ne so, ma se adesso arriva l’obbligo per tutti i lavoratori la domanda non è più eludibile (e già molti sono stati obbligati).

Continua a leggere “Etica e vaccini, post scriptum”

II INCONTRO sulla PREGHIERA #monastero WiFi

Trascrizione della catechesi di don Pierangelo Pedretti sella preghiera del 6 dicembre 2021 presso il Battistero di S.Giovanni in Laterano

Stasera continuiamo gli incontri sulla preghiera. Siamo al secondo incontro e faccio un brevissimo riassunto per chi venisse per la prima volta.

Questo anno, con il monastero Wi-Fi, lo dedicheremo alla preghiera e useremo come strumento unico il Catechismo della Chiesa Cattolica (CCC) che, particolarmente in questa parte, è fatto benissimo. Io non invento nulla, cerco solo di digerirlo prima e di trasferirlo in un modo più accessibile.

La volta precedente abbiamo iniziato, seguendo appunto le tracce del CCC, parlando della preghiera e vi vorrei lasciare con questa suggestione della volta precedente: il nostro Dio non è una filosofia, non è un’idea, non è un training autogeno, non è qualcosa di razionale da comprendere ma è un’esperienza.

Continua a leggere “II INCONTRO sulla PREGHIERA #monastero WiFi”

Etica e vaccini

di Costanza Miriano

È molto che medito su questo, molto tempo, ma a questo punto, dopo le ultime decisioni del Governo e quelle che sono state preannunciate, forse è giunto il momento di fare una riflessione. So che non sono competente, e non voglio davvero accusare nessuno, ma solo chiedere chiarezza.

Continua a leggere “Etica e vaccini”

La fede ha sempre vinto nella sfida contro l’ideologia

Non bisogna perdere il tempo, non bisogna inventarsi cose che non abbiano il rigore e la chiarezza dell’Annuncio cristiano, non bisogna farsi “sballottare dalle onde e portare qua e là da qualsiasi vento di dottrina”, non bisogna arretrare pavidi di fronte al potere, non bisogna rassegnarsi alla “inevitabile sconfitta”, non bisogna essere complici della congiura del silenzio, non bisogna assecondare con l’omissione il tentativo di introdurre un’antropologia contraria alla natura umana, non bisogna tacere di fronte all’apparente trionfo della Menzogna. È questo, invece, il tempo in cui con coraggio occorre sfidare a viso aperto il volto totalitario della nuova “dittatura del pensiero unico”, nella certezza che ci è stata dimostrata dalla storia, anche recente, dell’umanità: la fede ha sempre vinto nella sfida contro l’ideologia.
Mons. Luigi Negri

Continua a leggere “La fede ha sempre vinto nella sfida contro l’ideologia”

A un certo punto…

A un certo punto preciso Dio si è fatto uomo. È l’anno zero della storia, perché da quel momento ogni cosa è illuminata. Ogni persona può entrare in una relazione vera con Dio e può essere salvata. Ma non in teoria.

In un punto preciso dello spazio e del tempo, nella sua storia, con la sua famiglia, le sue caratteristiche, le sue fatiche. Qui e ora è il solo momento in cui possiamo diventare veramente figli di Dio, e la nostra storia è pensata esattamente per questo, anche quando ci sembra incomprensibile. Praticamente Natale è la festa dello “stacce” (non dello zenzero, come sostiene Elio).

Il Natale deve andarsene

di G.K. Chesterton*
Il Natale è assolutamente inadatto al mondo moderno. Presuppone la possibilità che le famiglie siano unite, o si riuniscano, e persino che gli uomini e le donne che si sono scelti si parlino. Così, migliaia di spiriti giovani e avventurosi, pronti ad affrontare i fatti della vita umana e a incontrare la vasta varietà di uomini e donne come sono realmente, altrettanto pronti a volare fino ai confini della terra e a tollerare ogni qualità stravagante o accidentale dei cannibali o degli adoratori del demonio, sono crudelmente obbligati ad affrontare un’ora – no: talvolta persino due ore! – in compagnia di uno zio Giorgio o di qualche zia di Cheltenham che non trovano particolarmente simpatici.

Continua a leggere “Il Natale deve andarsene”

Picture of Jesus

Picture of Jesus
Ben Harper & The Blind Boys of Alabama
Live At The Apollo Theater Of Harlem
***
È appeso sopra il mio altare
Come lo hanno appeso a una croce
Ne tengo uno nel mio portafoglio
Per le volte in cui mi sento perso
In una cornice di legno con schegge
Dove la mia famiglia si inginocchia per pregare
E se ascolti attentamente
Sentirai le parole che diceva
Ho un’immagine di Gesù (di Gesù)
Tra le sue braccia le mie preghiere riposano (le mie preghiere riposano)
Sai che ho un’immagine di Gesù (di Gesù)
E con lui saremo benedetti per sempre (benedetti per sempre)

Continua a leggere “Picture of Jesus”

La società dei Magnaccioni. Un passo su piacere e sacrificio

“La società dei Magnaccioni. Che rapporto c’è tra piacere e sacrificio?”
Sabato 18 dicembre il secondo dei Cinque Passi al Mistero, **ANTICIPATO ALLE ORE 15:00! **
Piacere e sacrificio sono nemici? Possono coesistere? I credenti sono amici o nemici del piacere? Nella fede cattolica che posto ha il piacere?
Il passo sarà trasmesso anche in streaming sul Canale YouTube di Oratoriumper visualizzare il video in diretta sarà sufficiente cliccare su questo link

Continua a leggere “La società dei Magnaccioni. Un passo su piacere e sacrificio”