Propositi ambiziosi per il 2020

di Costanza Miriano

Per questo 2020 che inizia ho un proposito molto ambizioso, che però credo si infrangerà sullo scoglio della mia umanità verso mezzanotte e quaranta, a meno che non riesca ad andare a letto prima, nel qual caso potrà resistere fino a domattina sul tardi, perché non parlo mai prima di avere preso due caffè. Vorrei imparare a controllare le mie parole. Come dice la lettera di Giacomo non è vero che quello che pensiamo condiziona quello che diciamo.

Continua a leggere “Propositi ambiziosi per il 2020”

Filosofia cristiana e politica in Augusto Del Noce

di Emiliano Fumaneri

C’è una ricorrenza che rischia di passare inosservata ai più. E sarebbe un peccato perché parliamo di un maestro del pensiero cattolico – e non solo – tra i più grandi del Novecento. Lui è Augusto Del Noce, filosofo («attraverso la politica», come amava definire la propria riflessione) scomparso proprio trent’anni fa, il 30 dicembre 1989.

Continua a leggere “Filosofia cristiana e politica in Augusto Del Noce”

Auguri di un Santo Natale

Quando Gesù nacque in questo mondo, il mondo non lo conobbe. Fu deposto in una ruvida mangiatoia tra gli animali, ma tutti gli angeli di Dio lo adorarono. Anche ora egli è presente sull’altare, in modo semplice e nasco­sto, e senza molta dignità; la fede adora, ma il mondo vi passa accanto senza badarvi.

Continua a leggere “Auguri di un Santo Natale”

La tregua di Natale del 1914, una profezia di speranza per tutti noi

il blog di Costanza Miriano

news-graphics-2007-_655001a

di Antonello Iapicca Pbro

Natale è anche una tregua. Come quella che accadde, improvvisa, sul fronte franco-tedesco della Prima Guerra mondiale. Un film, bellissimo, ce la racconta, ed è come una brezza soave in mezzo al freddo e al buio della guerra. Il potere di un Bambino è stato, quella notte, più forte dell’arroganza dei grandi della terra. Ma questo episodio è solo la profezia di quello che davvero la nascita di Dio può originare.

View original post 401 altre parole

Cascina San Benedetto – Il richiamo del monastero

Carissima Costanza,

Pochi mesi fa hai ospitato sul tuo blog un’intervista a Rod Dreher in cui presentavo il progetto che da un paio d’anni porto avanti con mia moglie alcuni amici, cioè la creazione di un luogo di vita fraterna tra famiglie, ispirato alla vita monastica benedettina. Il tutto è meglio spiegato nel nostro Manifesto qui: www.cascinasanbenedetto.it.

L’effetto di quell’intervista è stato gigantesco. Diverse persone, dall’Italia e dagli Stati Uniti, ci hanno contattati per chiedere come poter partecipare al progetto. Molte famiglie da varie città italiane sono venute a trovarci a casa nostra, nella campagna brianzola a mezz’ora da Milano. Alcune di queste sono davvero interessate ad unirsi a noi per costruire insieme il “monastero di famiglie” che stiamo immaginando. Una famiglia americana ci ha detto di voler attendere la vendita della sua casa per poi valutare se trasferirsi in Italia e raggiungerci; ora la casa sta per essere venduta.

Continua a leggere “Cascina San Benedetto – Il richiamo del monastero”

Regali di Natale

di Costanza Miriano

Non è perché ho appena ricevuto in regalo una borsa strepitosa: già da qualche giorno mi frullava in testa l’idea di fare non una lista con i regali da chiedere a Gesù Bambino, ma una di quelli ricevuti, che sono proprio tantissimi, non solo adesso e non solo a Natale, ma tutta la vita. Lo so, non è che la mia lista interessi a nessuno, però io ve lo volevo dire: la sto facendo, e scopro che è vero quello che dice Chesterton, che “la misura di ogni felicità è la riconoscenza”. Più punto lo zoom sulle grazie che ho ricevuto, più ne vedo.

Continua a leggere “Regali di Natale”

La torta di mele

di Marco Negri

Sembra strano ma credo di aver intuito chi è Dio e che cosa desidera da noi da un segno irrilevante all’apparenza, a cui di di solito non diamo peso e che addirittura sovente passa inosservato. L’immagine tutta intera di Dio su questa terra è una cosa impossibile da decifrare perché la nostra percezione non è attrezzata per la perfezione e si brucerebbe all’istante al suo cospetto. Non siamo capaci di conoscerci, figuriamoci se riusciamo anche minimamente a definire con le categorie usuali il senso delle cose che risiede solo in Dio; ne saremmo folgorati, stecchiti come un pollo bruciacchiato nel forno! Bisogna avere una grande Fede per permettere al mistero di avvicinarci.

Continua a leggere “La torta di mele”